Tav: l'analisi costi-benefici è negativa

L’analisi costi – benefici sulla TAV del MIT boccia il progetto: “Spreco di denaro pubblico”

L’analisi costi – benefici sulla TAV del MIT boccia il progetto: “Spreco di denaro pubblico”

L'attesa "infinita" per conoscere l'analisi costi-benefici sulla Torino-Lione commissionata dal governo è ormai agli sgoccioli. Un rischio non da poco per un governo che si assumerebbe unilateralmente l'onere dello stop. La parte più interessante di questo studio, però, è rappresentata da un altro documento pubblicato questa mattina sul portale del Ministero delle Infrastrutture, cioè l'analisi tecnico-giuridica redatta dall'avvocato Pasquale Pucciariello.

In caso di scioglimento del progetto della Tav, dunque, il costo massimo tra penali e rimborsi potrebbe raggiungere i 4,2 miliardi. "Si finisce con il disattendere accordi internazionali ratificati con il voto del Parlamento, c'è un grande problema di credibilità del Paese", spiega Delrio contestando il metodo della redazione dell'analisi costi-benefici della Torino-Lione. Molti sono importi massimi "difficilmente raggiungibili". La variabile è dovuta a "più soggetti sovrani" che dovrebbero negoziare gli importi. Non si è esposto ancora il Ministro degli Interni Salvini. Inoltre, nell'eventualità, considerata nello scenario peggiore, della rivalsa relativa alla parte di costi sostenuti dalla Francia per la parte delle indagini, la somma ammonta a circa 400 milioni. Mi auguro che la legga, la sua è una posizione ideologica e non concreta. I benefici della Tav sui tempi di percorrenza lungo le principali direttrici stradali del nord-est e sulle emissioni non sono in discussione.

Roma - Costi che superano di 7-8 miliardi i benefici, un effetto dallo spostamento delle merci su binario insufficiente rispetto alle perdite di accise e pedaggi, benefici ambientali trascurabili, un impatto sulle casse dello Stato tra i 10 e i 16 miliardi.

"Anche il ministero dell'Ambiente" fa sapere "è impegnato su questo fronte: abbiamo stanziato fondi per il trasporto sostenibile, per fornire i parchi nazionali di mezzi elettrici, per dotare le strutture sanitarie di aree verdi attrezzate. E' un dovere politico per esigenze di trasparenza democratica", ha detto, sottolineando che sull'analisi costi-benefici "c'è completa continuità con quanto fatto dal ministro precedente" e "in perfetta continuità metodologica con quanto operato dall'amministrazione precedente". "Ora che le elezioni abruzzesi si sono svolte, la smettano con la pantomima elettorale - conclude il governatore dem del Piemonte, Sergio Chiamparino -". Il primo si basa su stime di traffico di merci e passeggeri che sono stata stilate dall'Osservatorio sulla Tav di Palazzo Chigi, a partire dal 2011. "Ora è chiaro chi vuole mettere il Piemonte in un angolo".

"Mi riservo di vedere nel dettaglio i numeri, ma dalle prime indicazioni mi sembra che dalla farsa si è passati alla truffa", dice. "Il documento non l'ho ancora letto - ha commentato il vice premier Matteo Salvini che nella serata di ieri ha ricevuto il documento da Toninelli - spero di poterlo fare oggi".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.