Sanremo 2019, trionfa Mahmood con il brano Soldi

Simone Cristicchi

Simone Cristicchi

Classe 1992, madre italiana e padre egiziano: il suo nome è Alessandro Mahmood ed è il vincitore dell'edizione 2019 del Festival.

Ovviamente, come scrive bufale.net che ha svelato la falsità del filmato, è chiaro che la potenziale denuncia di un membro della giuria di Sanremo 2019 possa fare la differenza: "Peccato che si tratti di una bufala, o se vogliamo di una presa in giro per i cosiddetti analfabeti funzionali".

Ecco cosa ci ha raccontato Mahmood, guarda la video intervista completa!

Nella Quinta Serata (Serata Finale) voteranno il pubblico, attraverso il Televoto, la giuria della Sala Stampa, la giuria d'Onore.

Le nuove votazioni si sommano a quelle precedenti e la canzone più votata è la vincitrice.

BOOM DI TWEET ALLA PROCLAMAZIONE DI MAHMOOD - Nell'ultima serata del Festival il picco di tweet con #Sanremo2019 - registrato tra l'1.28 e l'1.29 - è stato di 4.700 tweet in un minuto in occasione della proclamazione del vincitore Mahmood. Il primo avvicinamento al Festival della canzone italiana è datato 2015, quando, con il brano Dimentica da lui scritto, ha vinto il concorso Area Sanremo. Decisamente più indietro, con un distacco di quasi 13,5 punti percentuali, il trio de Il Volo. E chissà le facce di tutti gli spettatori a casa che si aspettavano la vittoria che in fondo ci aspettavamo tutti, quella di Ultimo, arrivato secondo, e de Il volo, classificati terzi. Mahmood ha vinto grazie al voto della Giuria degli esperti (contava per il 20% nel computo totale) e per quello della Giuria dei giornalisti (contava il 30%). "Dedichiamo questo terzo posto a tutti i nostri coetanei". Quest'ultimo ha ottenuto solo il 14,1% delle preferenze. Il brano che mi ha "emozionato" di più è "Abbi cura di me" di Simone Cristicchi, ho apprezzato anche molto i brani di: Paola Turci, Irama, Arisa, Il volo e Ultimo.

Si può discutere sulla necessità di cambiare sistema di voto, adottando il solo televoto o cambiando il peso delle diverse giurie coinvolte.

"Sembra che io abbia realizzato tante cose ma sono ancora un debuttante visto che il mio primo disco fisico esce il primo marzo", sottolinea durante la chiacchierata con il quotidiano, tenendo a precisare di voler stare con i piedi ben piantati a terra. Su di lui, nemmeno la politica ha mancato di dire la propria.

All'interno del testo di "Soldi", Mahmood ha inserito la frase "Waladi waladi habibi ta'aleena", uno dei pochi ricordi in arabo che conserva della sua infanzia, che significa "figlio mio, figlio mio, amore vieni qua".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.