Milan-Cagliari: protesta dei pastori blocca la partenza dei sardi

Pastori protestano per il latte bloccata la squadra del Cagliari

Pastori protestano per il latte bloccata la squadra del Cagliari

La protesta dei pastori sardi che in questi giorni si lamentano per i prezzi potrebbe inglobare anche il mondo del calcio. Nella mattinata di sabato, una delegazione di allevatori si è presentata davanti al centro sportivo di Assemini, dove si stava allenando la squadra di Rolando Maran, sistemando le auto davanti all'ingresso e chiedendo di parlare con i giocatori e con i dirigenti della società rossoblù. Il prezzo di 60 centesimi al litro che viene pagato in queste settimane ai produttori di latte - dicono gli allevatori - non è sufficiente a coprire le spese di produzione e per questo in molti hanno deciso di buttare via centinaia di litri di latte, piuttosto che venderlo sottocosto. Siamo qui pacificamente. Cosa scriverebbero i giornali? "Gara rinviata perché gli industriali del formaggio hanno fatto cartello sul nostro latte". "È rimasto aperto un articolo che riguarda l'eventuale individuazione di un prezzo di latte, che noi vorremmo inserire nella struttura, e quali parametri usare per poter evitare che si sia un condizionamento di un singolo, o di più soggetti, o di una parte della filiera rispetto al resto della filiera".

Una quarantina di pastori ha rovesciato il latte all'uscita dal paese, sulla provinciale che porta a Bitti. E alcuni giocatori del Cagliari, tra cui Nicolò Barella e Joao Pedro, hanno mostrato solidarietà versando a loro volta dei bidoni pieni di latte per terra. Il primo a condurre le trattative è stato il direttore generale Mario Passetti. Le continue azioni dei pastori hanno anche costretto due autocisterne sbarcate ad Olbia e provenienti da Livorno a viaggiare scortate da quattro auto dei carabinieri. Il prodotto era all'interno di due cisterne, una dell'azienda Arborea e l'altra della Cooperativa allevatori ovini di Oristano, che sono state quasi completamente svuotate. I manifestanti hanno bloccato il traffico in entrambe le direzioni all'altezza di Giave, nel Sassarese e gli automobilisti hanno solidarizzato con gli autori della contestazione. Altri blocchi stradali si sono registrati nel nuorese e in Ogliastra, in particolare sulla Statale 125 nei pressi di Cardedu, e sulla Ss 129 a Orotelli.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.