Raggi: "Stadio della Roma, si inizia entro l'anno"

Raggi Stadio Roma si

Raggi Stadio Roma si

"Sono sempre stato a favore dello stadio giallorosso così come mi auguro che esca presto un progetto per la Lazio, per tanti motivi" dice il presidente del Coni, Giovanni Malagò, a margine dell'inaugurazione della pista di atletica dello stadio 'Paolo Rosi' a Roma. A novembre abbiamo usato parole forti e usato il termine "catastrofico" perché andare nella direzione di un'offerta stradale in assenza di un'offerta ferroviaria non competitiva vuol dire non andare verso gli obiettivi europei e aggravare la situazione stradale.

"Il problema è risolvibile attraverso l'offerta plurimodale, con un'offerta in campo ferroviario, ciclabile, pedonale e di sharing mobility". Non ero obbligata ma come amministratore avevo esigenza di verificare che tutti gli ok avuti dal processo portasse benefici effettivi ai cittadini romani e questo parere esterno conferma e rassicura questo dato. E oggi si parla di offerta di trasporto plurimodale. "Le stazione Tor di Valle e Magliana devono essere realizzate in tempi contenuti". Questo parere conferma che è così.

"È un sì condizionato. Il parere sarà pubblicato oggi integralmente", ha spiegato la Raggi illustrando la relazione del Politecnico di Torino sui flussi di traffico nella zona dove è prevista la realizzazione dell'impianto sportivo. Da notare inoltre che non esiste il reato di omissione di atti dovuti, ma al massimo si può parlare di omissione d'atti d'ufficio. "Nella misura in cui queste azioni verranno attuate prima della messa in esercizio dello stadio". Basti pensare, come scrive Dalla Chiara, che "il polo urbanistico-infrastrutturale dello stadio di Tor di Valle non è attualmente presente all'interno della bozza di Piano" e quindi "se ne suggerisce l'inserimento al fine di valutare gli impatti sul sistema della mobilità".

Sembra invece tramontato definitivamente l'ipotesi di costruzione del Ponte Traiano, previsto a carico dei proponenti nella prima versione del progetto dello stadio e poi cassato assieme al taglio delle cubature deciso nella seconda versione approvata dalla giunta Raggi. E non ha aiutato certo la decisione del direttore generale del Comune Franco Giampaoletti di "pressare" i dirigenti incaricati del progetto stadio di disertare la riunione della Commissione Trasparenza in cui lunedì si sarebbe dovuto discutere della relazione del Politecnico. "Sapete da quanto tempo stiamo lavorando su questo progetto con l'amministrazione", ha aggiunto Baldissoni, ricordando che il parere del Politecnico rappresenta un "passaggio fuori dalla procedura e non aveva un valore giuridico ma, più che altro, mediatico-politico". Gli scriventi ritengono che, in presenza di soluzioni basate sostanzialmente su "infrastrutture stradali" e carenti d'interventi importanti sulle alternative modali (pur auspicate dall'inizio dello studio a cura del proponente), la già pesante situazione preesistente sul tessuto viario urbano di Roma possa aggravarsi. Si tratta solo di indirizzare i temi tecnici, che consentiranno la definizione di una data di voto per la variante urbanistica per poi passare il progetto alla Regione che rilascerà il permesso definitivo a costruire.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.