Pakistan, conferma assoluzione Asia Bibi

Asia Bibi può lasciare il Pakistan Dalla Corte Suprema no all’appello

Asia Bibi può lasciare il Pakistan Dalla Corte Suprema no all’appello

La donna pakistana, madre di cinque figli, lavorava in un'azienda agricola dove si accese una forte discussione causata da un fatto apparentemente innocuo: due donne musulmane si rifiutavano di bere l'acqua che in precedenza era stata bevuta da Asia, di religione cristiana e perciò considerata impura. La donna, che dall'assoluzione vive si è nascosta in una località segreta, ha ricevuto diverse minacce di morte. "Non c'è una dichiarazione che combaci con l'altra", ha poi aggiunto il giudice.

"Nel merito, il ricorso è respinto", con questa parole il giudice della corte suprema pakistana, Asif Speed Khosa ha decretato questa mattina la fine di questa odissea per Asia Bibi. Dura la risposta del presidente: "Il verdetto è stato emesso sulla base di testimonianze. Ci dimostri cosa c'è di sbagliato nel verdetto".

La vicenda di Asia Bibi uscì dal Pakistan diventando di dominio pubblico. In questo modo termina la lunga battaglia legale sulla donna cristiana che aveva rischiato la condanna capitale perchè accusata di blasfemia.

Sono terminate le sofferenze e la prigionia di Asia Bibi?

Tollet conferma che Asia Bibi adesso lascerà il territorio pakistano: "Insieme alla sua famiglia". Per ragioni di sicurezza, non ha voluto rivelare i dettagli sul viaggio. In carcere ha trascorso ben 9 anni. È una vittoria per tutto il Paese.

Il calvario della 47enne è iniziato nel 2009. La donna ha sempre negato le accuse replicando di essere perseguitata a causa del suo credo religioso. Il caso ha scatenato indignazione all'estero e violenze nel Paese. Finché, lo scorso ottobre, è arrivata l'assoluzione e l'ordine di scarcerazione della Corte suprema.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.