Migranti sbarcati a Malta, una quindicina verso l'Italia

Matteo Salvini vice premier e ministro dell'Interno

Matteo Salvini vice premier e ministro dell'Interno

Ancora Conte, nel video registrato in piedi, la scrivania con la bandiere alle spalle, e pubblicato su Facebook, chiede anche che la Ue faccia la sua parte: "Il governo è compatto e assolutamente non cambia idea". "L'Ue non ha fatto una bella figura - ammette il Commissario alle migrazioni Dimitris Avramopoulos - Lasciare i migranti in mare per 3 settimane non è ciò per cui l'Ue lotta".

Dunque l'accordo con Salvini è arrivato, sulle condizioni però che questi arrivi non siano a spese degli italiani (qui entra in gioco la Chiesa Valdese) e che si alzi la voce con l'Europa per l'accoglienza di 200 migranti sbarcati lo scorso anno in Italia che i paesi si erano impegnati ad aiutare. L'Italia dovrebbe accoglierne una ventina.

È un'affermazione imprecisa. Vediamo meglio il perché. "Un caso eccezionale, una soluzione eccezionale che rivendico, non mette in discussione la coerenza della nostra azione e la linea di fermezza del governo", è la sintesi del presidente del Consiglio. "No. E la cosa certa è che non prendiamo lezioni di solidarietà né dall'Europa né da Malta". "Dopo anni - scrive Salvini sui suoi sociali network - ci sono ancora migliaia di italiani terremotati fuori dalle loro case". Chi lo dice? Per esempio il contrammiraglio Nicola Carlone, Comandante della più importante Capitaneria di porto della penisola (Genova), rappresentante italiano nell'Emsa (European Maritime Safety Agency) di cui è vice-presidente e già responsabile del reparto "Piani e Operazioni" della Guardia Costiera. "Non posso approvare una impostazione tutta volta a dire No come quella che sta alla base dell'emendamento dei 5 stelle sul tema delle trivelle - va giù dritta Vannia Gava - È sbagliato bloccare le autorizzazioni per le trivelle: non possiamo consentire che la paura blocchi lo sviluppo".

Questo il quadro del sondaggio Tecnè commissionato da Rete 4. Nell'immediatezza della notizia dello sblocco di Malta allo stallo sui migranti, lo stesso ministro leghista aveva dichiarato che: "Io non autorizzo arrivi di migranti", e poi "Le scelte si condividono e le riunioni si fanno prima non dopo".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.