Gabon, arrestati i militari ribelli

Lucas Jackson  Reuters

Lucas Jackson Reuters

Tentato nella notte in Gabon un colpo di Stato che sarebbe stato subito sventato. E poco dopo vari veicoli blindati delle truppe locali hanno bloccato l'accesso al viale dove si trova l'emittente.

L'esercito del Gabon ha dichiarato un colpo di stato per "ripristinare la democrazia". Messaggio che non aveva convinto i militari, secondo cui si è trattato di "un tentativo di restare attaccato al potere". "Non possiamo abbandonare la patria", ha aggiunto definendo le istituzioni del Paese "illegittime e illegali".

Il discorso di Capodanno di Bongo "ha rafforzato i dubbi sulla capacità del presidente di continuare a svolgere le responsabilità del suo ufficio", ha detto Lieut Kelly Ondo Obiang, ufficiale della Guardia Repubblicana e leader del movimento patriottico di le forze di difesa e sicurezza del Gabon.

Quattro dei cinque militari del Gabon, gli agenti che hanno tentato un colpo di stato nel Paese dell'Africa occidentale nelle prime ore di lunedì mattina, sono stati arrestati nella stazione radio di cui hanno preso il controllo brevemente, ha detto alla Reuters il portavoce del governo, Guy-Bertrand Mapangou: "La situazione è sotto controllo", ha spiegato il funzionario.

Il presunto ictus lo colpì a una conferenza in Arabia Saudita. Attualmente sta trascorrendo la sua convalescenza in Marocco. Pur ammettendo che "è vero che sto attraversando un momento difficile, come talvolta accade nella vita, oggi - aveva sostenuto - come potete vedere sto meglio e mi preparo a incontrarvi di nuovo presto". Nelle scorse settimane la Corte Costituzionale ha parzialmente trasferito i poteri del presidente al primo ministro e vice presidente. Il suo principale rivale, Jean Ping, ex presidente della Commissione dell'Unione Africana, lo aveva accusato di brogli, e l'Ue aveva denunciato la legittimità del processo elettorale e denunciato irregolarità.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.