Serie A, Cagliari-Roma 2-2: i giallorossi buttano altri due punti

Fantacalcio, Cagliari-Roma: è gol di Kolarov e non autogol di Cerri

Fantacalcio, Cagliari-Roma: è gol di Kolarov e non autogol di Cerri

Ma la Roma si è fatta incredibilmente trovare scoperta sul lancio lungo di Ionita e Sau ha battuto Olsen: il portiere, provvidenziale in più di un'occasione, ha lasciato il campo quasi in lacrime, mentre Di Francesco era impietrito in panchina con un sorriso amaro. Nel momento migliore del Cagliari, colpisce ancora la Roma. Finisce così, tra le lacrime di gioia dei padroni di casa e quelle di rabbia degli ospiti. All'83' su calcio d'angolo il Cagliari trova il gol che riapre il match con Ionita di testa. La Roma si fa sorprendere da Sau che vola via e fa il gol del 2-2. Due note: la prima riguarda il forte vento di Cagliari che potrebbe condizionare la gare; la seconda Pavoletti, che ha accusato un risentimento al flessore della coscia sinistra nel riscaldamento e quindi è costretto a lasciare la maglia di titolare a Cerri.

In piena emergenza Di Francesco vara una Roma inedita a Cagliari dove Schick si trasforma in unica punta in un 4-2-3-1 in cui Under, Kluivert e Zaniolo hanno l'ingrato compito di tenere cucita una squadra piena di cerotti e smagliature. Al 35' si vede il Cagliari con Faragò ma senza troppa fortuna. Sau trova il gol su un errore folle della difesa della Roma con i sardi i 9.

Il finale però è del Cagliari, che salva la faccia anche se non il risultato. Ed allora le azioni fioccano subito per la Roma con Zaniolo (3', sinistro a girare al volo di un soffio fuori) e Florenzi (10'). Poi il raddoppio di Kolarov, una punizione chirurgica che la deviazione della barriera ha incorniciato perfettamente sotto l'incrocio. Under tocca di prima per Florenzi, che mette in mezzo un bel pallone: Kluivert appoggia a Cristante, che calcia di prima intenzione dal limite: Cragno non riesce ad intervenire, giallorossi che passano in vantaggio. Tutto di prima, tutto bellissimo.

Il Cagliari rimonta la Roma nel recupero e alla Sardegna Arena termina 2-2. Allora Di Francesco si concede un paio di esperimenti offensivi dubbi, con Luca Pellegrini esterno alto d'attacco e Pastore punta nel finale. Nel frattempo dall'altra parte la squadra di Maran ha acceso una serie di mischie pericolose in area di rigore ed al 40' arriva anche al gol, con Joao Pedro che su angolo spizza e Ionita che in corsa insacca di testa. Il finale è thrilling e succede di tutto: Olsen para su Faragò, per Mazzoleni è fallo.

21′ - Ci prova di nuovo Cristante che fa partire un tiro potente dalla distanza. Stesso copione per Ceppitelli, giallo e poi rosso diretto.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.