Patto Trump-Xi, tregua di 90 giorni sui dazi

C’è una specie di tregua nella guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina

C’è una specie di tregua nella guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina

Pechino - Trump e Xi hanno firmato la tregua. Dopo l'incontro chiave tra il presidente Usa Donald Trump e il cinese Xi Jinping, alcuni funzionari di Pechino si dicono "sconcertati e irritati" dal comportamento dell'amministrazione Trump, ha riferito un ex funzionario del governo USA al Washington Post. Anche il nodo del clima sarebbe stato superato sfumando il passaggio sulle emissioni. "L'America sta avendo un boom, l'Europa sta bruciando", prosegue il testo. Per la prima volta gli altri 19 paesi del G20 hanno detto che il surriscaldamento del pianeta dovrebbe essere tenuto al di sotto di 1,5 gradi Celsius.

La Casa Bianca ha riassunto i termini della tregua in due punti. Trump ha accettato di annullare gli aumenti tariffari previsti, che su 200 miliardi di merci esportate dal Paese asiatico verso gli Stati Uniti, dal 10 per cento sarebbero dovuti salire al 25%. Da parte sua la Cina ha deciso di comprare dagli Stati Uniti una non meglio specificata quantità di prodotti legati al settore agricolo, energetico e industriale. E per la prima volta la Casa Bianca ha potuto brindare al fatto che sia stato messo nero su bianco il bisogno di riformare l'Organizzazione del commercio mondiale (Wto) "per migliorarne il funzionamento" (Trump aveva minacciato il ritiro degli Usa dal Wto se non fosse stato riformato). Al tavolo della cena infatti si sono seduti il segretario al Tesoro Mnuchin e il consigliere economico Kudlow, che volevano fare l'accordo per evitare di compromettere la crescita nel modo e negli Usa, e i rappresentanti per i commerci Lighthizer e Navarro, che invece volevano continuare a premere, convinti che Pechino stia soffrendo i dazi e sia sul punto di cedere anche di più. Si tratta ora di capire se Trump vede il confronto in queste proporzioni geopolitiche e strategiche, difficili da risolvere, oppure se è disposto ad accontentarsi di considerarlo risolto riducendo il deficit commerciale e strappando condizioni migliori per le aziende americane.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.