Fca, un anno di cassa integrazione straordinaria per 3mila lavoratori

Mirafiori, 3000 in cassa integrazione

Mirafiori, 3000 in cassa integrazione

Oltreoceano, Fiat sta faticando non poco e potrebbe ritagliarsi uno spazio importante nel mercato delle auto elettriche grazie alla nuova Fiat 500 Elettrica che andrà a sostituire l'attuale Fiat 500E, il modello a zero emissioni, prodotto da FCA solo per rispettare le normative di alcuni stati americani, che, come dichiarato a suo tempo da Marchionne, veniva venduto in perdita dal gruppo.

Ci sarà la cassa integrazione "per riorganizzazione aziendale" per 3.245 addetti a Mirafiori. "Confermando la produzione della Maserati Levante, gli investimenti riguarderanno tutte le aree: lastratura, verniciatura, montaggio, logistica, RG Premium Center e l'Unità sottogruppi lamiera con l'obiettivo di consentire l'industrializzazione e la produzione della 500 elettrica". "Mirafiori e i suoi lavoratori e la Fim - continua Chiarle - non si accontentano, pensiamo che dopo la 500E si abbia la capacità sindacale, professionale e produttiva di accogliere ancora ulteriori modelli e per questo lavoreremo per gli obiettivi di oggi e di quelli futuri per dare risultati concreti ai lavoratori e non sterili polemiche o analisi fuorvianti". Gli ammortizzatori sociali saranno utilizzati per l'avvio produttivo della 500 Elettrica e per la necessaria formazione dei lavoratori, oltre che per fronteggiare il calo delle commesse registrato nell'ultimo periodo per i tre modelli Maserati prodotti alle Carrozzerie di Mirafiori e all'Agap di Gruglisco (Levante, Ghibli e Quattroporte). Il provvedimento riguarda, in tutto, circa 3mila lavoratori. "Vigileremo affinché gli impegni assunti vengano concretizzati nei fatti".

Giovedì la società aveva annunciato i piani per l'Italia per il trimestre 2019-2021, che prevedono investimenti pari a 5 miliardi di euro. "Si farà anche ricorso a uscite incentivate e volontarie, ma anche questo è già stato concordato a aprile, anche dalla Fiom", sottolinea Claudio Chiarle, segretario generale Fim-Cisl Torino e Canavese.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.