Parla il papà di Di Maio: 'Mio figlio non sapeva'

Di Maio, la difesa del padre: «Lavoratori in nero? Ho sbagliato, l’ho fatto per la famiglia»

Di Maio, la difesa del padre: «Lavoratori in nero? Ho sbagliato, l’ho fatto per la famiglia»

Lo fa Valeria Sudano, senatrice del Partito Democratico, che in una nota aggiunge anche un "breve riassunto della vicenda Di Maio: il padre, Antonio Di Maio, ha ammesso che nella sua azienda si è praticato lavoro nero; per questa azienda c'è un debito fiscale di 176 mila euro ma non si ha traccia di nessuna cartella di Equitalia pagata né di pignoramenti; Antonio Di Maio evidentemente guida l'attività dell'azienda ma non compare mai e quindi il buon vicepremier ha fatto il prestanome per il padre e (quindi era a conoscenza di tutta la vicenda?)". Antonio Di Maio, padre del vicepremier, interviene con un video di 5 minuti pubblicato su Facebook in cui ribadisce l'estraneità del figlio alle vicende delle assunzioni in nero nella propria azienda e dei presunti abusi edilizi nel terreno di proprietà della famiglia.

E allora, ecco Antonio Di Maio spiegare che "come ogni padre ho provato a non far mancare nulla alla mia famiglia". "Sentivo il dovere di scrivere". E al figlio, "che stanno cercando di attaccare ma, come ho già detto, lui non ha la minima colpa e non era a conoscenza di nulla". E, come ho già detto, sono pronto a rispondere dei miei errori ma dovete lasciar stare la mia famiglia. "Di Maio dovrebbe dimettersi, ma si sa quella che è la coerenza del M5S", conclude.

Io sono molto orgoglioso dei miei figli e sono orgoglioso di Luigi. C'erano telecamere e giornalisti ovunque. Cosa che forse e' accaduta comunque. "Forse non spetta a me giudicare, ma mi sembra un trattamento che si riserva a un pericoloso criminale e mi spiace anche per i miei vicini e per tutto il paese". ha consluso Antonio Di Maio.

Riguardo, poi, il nuovo servizio delle Iene andato in onda ieri sera, voglio precisare una cosa importante: non esiste nessuna elusione fraudolenta. "Questi avevano bloccato l'attività di impresa per cui non vi era altra strada che chiuderla - ha spiegato - non ho sottratto i miei beni alla garanzia dei creditori, tanto è vero che, 4 anni dopo, nel 2010, Equitalia Polis Spa agente della riscossione per la provincia di Napoli iscrive ipoteca legale su due terreni e un fabbricato di mia proprietà a Mariglianella". "Anche in questo caso, se ho sbagliato me ne assumo la responsabilità".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.