Ora anche il governo britannico dice che la Brexit peggiorerà l economia

Brexit, l'Ue approva l'accordo con Londra VIDEO

Brexit, l'Ue approva l'accordo con Londra VIDEO

(Teleborsa) - Sul mercato Forex, la sterlina si mostra debole nonostante il semaforo verde del Consiglio d'Europa all'accordo sulla Brexit.

Il passo successivo, la scena d'apertura del terzo atto sulla Brexit, "una commedia degli errori", è il "voto significativo" del parlamento britannico. "Ma l'accordo è buono e va sostenuto".

Allo stato attuale i numeri sono contro di lei: Laburisti, LibDem, Nazionalisti Scozzesi e Unionisti dell'Irlanda del Nord hanno dichiarato che voteranno contro, così come numerosi "ribelli" conservatori.

Il summit di ieri ha segnato un punto di svolta per il Regno Unito dopo più di quarant'anni di integrazione, per quanto riluttante.

Soddisfatti dell'accordo il presidente francese, Emmanuel Macron, il primo ministro lussemburghese, Xavier Bettel - che citato dalla Bbc ha affermato: "E' un divorzio, non un funerale" - e il premier italiano, Giuseppe Conte: "Non possiamo essere contenti, c'è una qualche nota di tristezza - ha detto - ma siamo anche confidenti che quando si concluderà questo percorso avremo un partenariato strategico e privilegiato con il Regno Unito".

L'altro importante sviluppo della giornata è che la Corte di giustizia europea sta ascoltando argomenti dal governo e da un gruppo di eurodeputati e parlamentari scozzesi che chiedono al tribunale di pronunciarsi sulla revocabilità della notifica dell'articolo 50. La leader britannica ha chiesto al Parlamento di ratificarlo nelle prossime settimane per "far girare pagina" al popolo britannico e darle "un futuro luminoso" al di fuori dell'Unione europea. Il Labour promette di votare in blocco per il no, come anche i nazionalisti scozzesi. Infatti la May ha una maggioranza di poco più di 10 parlamentari; quindi sufficiente per governare se sono tutti d'accordo. "Si tratta di un accordo nel nostro interesse nazionale, che funziona per tutto il nostro Paese e per tutta la nostra gente, che uno abbia votato 'Leave' o 'Remain'", spiega il numero uno di Downing Street, aggiungendo: "Il prossimo anno lasceremo la UE e vivremo un momento di rinnovamento e riconciliazione, che rappresenterà un nuovo capitolo per l'intera nazione".

In quest'incertezza, la strategia della May è a duplice: ai deputati di Westminster ha fatto capire che l'intesa e l'unica sul tavolo e che una riapertura del negoziato vagheggiata da qualcuno non rappresenta un'opzione realistica.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.