Manovra, Lega: ‘Tassa unica sulla casa’, la riforma nasconde un Aumento

Imu unica 2019 e addio Tasi

Imu unica 2019 e addio Tasi

L'idea è inserita in due emendamenti presentati alla Manovra in votazione questa settimana in commissione Bilancio, uno a firma Lega e l'altro a firma Pd, che prevedono l'assorbimento di Imu e Tasi in un'unica imposta. Dopo il confronto con l'ANCI e il parere positivo del ministero dell'Economia ci sono buone probabilità che venga accolto. Un paradosso in cui inciampa anche chi ha due garage o due cantine, perché solo una pertinenza per categoria può rientrare sotto l'ombrello dell'esenzione riservata all'abitazione principale.

La scelta sarebbe spettata al Comune ma la misura non è stata approvata, pertanto dal 2019 non sarà prevista nessuna definizione agevolata per i contribuenti che non hanno pagato le imposte sulla casa Imu e Tasi e le altre tasse locali. E noi siamo speranzosi, come nel caso della TARI - continua Giorgi - Speriamo che una volta che il Comune avrà incassato i nostri soldi, di tutti noi, lavoratori dipendenti ed autonomi, inquilini e proprietari, residenti ed ospiti, vedremo la sistemazione del verde pubblico e dell'arredo urbano, che in questo momento sono in fase di degrado e di abbandono, la pulizia dei tombini e delle caditoie, pericolosamente intasati, la sistemazione dell'asfalto stradale con la rimozione di evidenti situazioni di pericolo, insomma vedremo tutti quegli interventi, sia pur modesti ma essenziali, che servono a vivere decentemente in una cittadina come Lavagna.

La nuova IMU prevede un'aliquota unica, e già qui cominciano le difficoltà.

In particolare la proposta è quella di inserire una nuova IMU che incorpori sia l'imposta municipale unica, sia la TASI, la tassa sui servizi indivisibili.

L'emendamento proposto al testo del DL n. 119/2018 avrebbe conferito agli enti locali il potere, nonché la responsabilità, di decidere se estendere o meno il condono alle tasse locali come Imu e Tasi. L'aliquota massima applicabile alla nuova IMU è data dalla sommatoria delle aliquote applicabili per l'IMU e per la TASI, in modo da non aumentare la pressione fiscale complessiva a carico dei possessori di immobili. Proprietari, usufruttuari o beneficiari di un diritto reale, tranne il nudo proprietario, devono versare l'Imu sugli immobili diversi dalla prima casa, sulle aree fabbricabili e sui terreni.

E' ancora lungo e tortuoso il percorso che dovrà affrontare la Legge di bilancio italiana per il 2019, date le scarse convergenze con l'Europa. La norma infine, in entrambe le proposte, prevede poi, per quanto riguarda i cosiddetti immobili strumentali, l'aumento della deducibilità degli Imu a fine Ires, dal 20 al 40%. Ebbene, la proposta del leghista Alberto Gusmeroli, che punta all'introduzione di un'imposta unica di massimo l'11,40%, rischia appunto di togliere quel tetto di garanzia del 6,8% a chi prima ci rientrava, facendogli di fatto pagare quasi il doppio in più rispetto ad oggi.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.