Voto Usa, Obama: no al vecchio copione di privilegi, cambiamo

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump

Con la vittoria alle presidenziali di Donald Trump, i Repubblicani hanno conquistato infatti sia la Camera che il Senato. Donald Trump ha annunciato di volere cambiare il Quattordicesimo emendamento della Costituzione, introdotto nel 1868 che recita: "Tutte le persone nate o naturalizzate negli Stati Uniti e sottoposte alla relativa giurisdizione sono cittadini degli Stati Uniti e dello Stato in cui risiedono". "Yes we can" è lo slogan che per quasi due anni ha accompagnato la sua campagna elettorale.

Trump? E' un "bugiardo" che "semina odio e paura".

Obama sottolinea infine come finora sono così tanti i membri dell'amministrazione Trump che hanno "accumulato accuse e incriminazioni che questi potrebbero essere schierati in campo per una partita di calcio". "In gioco ci sono i valori del nostro Paese, il suo carattere", il monito dell'ex presidente dalla sua Chicago. "Ma noi non lo permetteremo", ha proseguito, "non molleremo mai e non ci arrenderemo mai". "Dove pensate sia iniziato tutto questo, chi pensate l'abbia fatto?", ha chiesto, incassando applausi. Non solo, sono previsti vari referendum, ben 155 in 37 Stati e la maggior parte riguarda l'assicurazione sanitaria: ad esempio, in California gli elettori voteranno sulla "proposition 8" che vuole bocciare un tetto ai rimborsi per i malati con problemi di dialisi.

Colpisce che se nei primi nove mesi alla Casa Bianca Trump ha fatto 1318 dichiarazioni false o fuorvianti, con una media di 5 al giorno, nelle sette settimane prima delle elezioni di Midterm ne ha collezionate 1419, con una media di 30 al giorno. Da qui le sue parole iniziali nelle quali si prenderebbe il merito del boom, erroneamente attribuito al tycoon Trump. "Ha usato addirittura il dipartimento di giustizia per perseguire i reporter, ve lo ricordate?".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.