Lavoro, Istat, a settembre occupati -0,1%.

Istat, a settembre la disoccupazione risale al 10,1% e calano gli occupati

Istat, a settembre la disoccupazione risale al 10,1% e calano gli occupati

Lo rileva sempre l'Istat sottolineando che gli occupati sono 23.308.000. L'Istat spiega che nella fascia tra i 15 e i 24 anni il tasso di occupazione è al 17,3%, invariato su agosto.

Secondo i dati diffusi oggi dall'Istat il tasso di disoccupazione è risalito al 10,1%. Questi dati sono influenzati anche dal calo dell'esercito degli inattivi, ovvero di coloro che non hanno un'occupazione e non la cercano, che risultano essere 43 mila unità in meno questo mese.

"La disoccupazione è tornata a crescere a settembre, tornando sopra la soglia del 10% - dichiara in un comunicato il responsabile del Dipartimento di politica economica di Forza Italia, Renato Brunetta - È questo il primo effetto disastroso del Decreto Dignità fortemente voluto dal vicepremier, ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, che lo aveva presentato in pompa magna come il punto di partenza per creare nuovo lavoro, sviluppo e crescita". Su base annua, poi, il tasso di occupazione aumenta sia per gli uomini sia per le donne (rispettivamente +0,8 e +0,5 punti percentuali) a fronte di un calo del tasso di disoccupazione (-0,9 punti per gli uomini e -1,3 punti per le donne); il tasso di inattivita' diminuisce per gli uomini (-0,1 punti percentuali) mentre aumenta per le donne (+0,2 punti). Il tasso di occupazione si ferma così al 58,8%.

I dati del rapportoIl calo riguarda sia gli uomini che le donne ed è distribuito nella fascia d'età tra i 25 e i 49 anni.

"L'andamento discontinuo dell'occupazione negli ultimi mesi", nota l'Istat, "determina nel terzo trimestre una sostanziale stabilità rispetto al trimestre precedente". La diminuzione coinvolge uomini e donne e si distribuisce tra i 25-34enni e i 50-64enni.

Torna a calare la stima degli occupati a settembre 2018 arrivando a perdere lo 0,1% su base mensile, pari a -34 mila unità. A settembre i lavoratori con contratto dipendente a tempo indeterminato si riducono di 77.000 unità su agosto e di 184.000 unità su settembre 2017. Per il lavoro indipendente infine si registra un aumento di 16.000 unità su agosto e di 22.000 unità su settembre 2017. Nell'anno, aumentano principalmente gli occupati ultracinquantenni (+333 mila) e, in misura più contenuta, anche i 15-34enni (+27 mila), mentre calano i 35-49enni (-154 mila).

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.