Manovra, l'Ue boccia l'Italia. Conte: "Nessun piano B"

PoliticaNazionale      La Commissione respinge la manovra Nuova bozza entro tre settimane
     
     
       Di Redazione Ad Hoc News-        23 ottobre 2018

PoliticaNazionale La Commissione respinge la manovra Nuova bozza entro tre settimane Di Redazione Ad Hoc News- 23 ottobre 2018

Nessuna marcia indietro del governo Lega-Movimento 5 Stelle, tanto che nella lettera di risposta inviata a Bruxelles si legge che "l'Italia è cosciente di aver scelto una politica di bilancio non in linea con le norme del Patto di Stabilità". Ma non c'è altra alternativa possibile" ha detto Valdis Dombrovksis, "purtroppo le risposte ricevute ieri non sono state soddisfacenti.

Influisce negativamente sul rapporto tra gli italiani e l'Europa anche il fatto che l'ultima relazione della Corte dei Conti ha evidenziato come l'Italia sia contributore netto del bilancio Ue con un disavanzo di 4,4 miliardi nel 2016.

L'intervento di Dombrovskis è tra i più duri mai ascoltati nella storia dell'Eurozona: "L'Europa è costruita sulla cooperazione, l'Eurozona è costruita su stretti legami di fiducia" con "regole che sono le stesse per tutti". E ancora: "Che messaggio diamo alle giovani generazione, lasciando sulle loro spalle questo debito?". Se il debito pubblico è superiore, come nel caso dell'Italia, deve tendere a ridursi a un ritmo sufficiente: per questo, viene individuato un percorso di aggiustamento, con obiettivi di medio termine (Mto), che prevede una riduzione graduale del deficit strutturale, vale a dire al netto del ciclo economico e delle misure una tantum, in modo da consentire un rientro graduale del debito. È nostro compito e dovere difendere l'interesse comune e gli impegni reciproci assunti dai paesi membri. Ora "ci sono tre settimane di tempo per un dialogo intenso e costruttivo" con l'Italia, ha detto Dombrovksis. E "magari anche prima" ha chiosato Moscovici che ha parlato di uno scostamento degli impegni "netto e da alcuni anche rivendicato". Siamo, dunque, a un passaggio delicato delle nostre relazioni con Bruxelles, a una mutazione del linguaggio politico che usiamo nei confronti della Ue. Per questo ridurlo "deve essere una prospettiva strategica prioritaria per l'Italia". La manovra non cambia. L'Italia ieri ha risposto alla lettera della Commissione Ue sulla legge di bilancio, in cui veniva contestata "una deviazione senza precedenti" dal Patto di stabilità, confermando la linea dell'esecutivo. Alla fine della lettera assicura invece che in caso di scostamenti (in senso negativo) dai parametri programmati, il governo prenderà tutte le "necessarie misure". Almeno questa è la posizione che esprimono anche oggi i vertici dell'esecutivo.

(Teleborsa) - Il premier Giuseppe Conte ha incontrato la Stampa estera a Roma. Il Governo è pronto ad attuare una nuova tornata di tagli alla spesa "se necessario". Una volta formulata l'opinione del Comitato, se la Commissione ritiene che ci sia un deficit eccessivo o che possa determinarsi, allora emette un'opinione (articolo 126.5) riguardante lo Stato in questione e prepara una proposta per una decisione del Consiglio, l'istituzione Ue che rappresenta gli Stati membri, sull'esistenza di un deficit eccessivo (articolo 126.6).

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.