Papa: "Abortire è come affittare un sicario per risolvere un problema"

Calvarese

Calvarese

A pochi giorni dal caso del Comune di Verona, dov'è stata approvata una mozione che garantisce finanziamenti alle associazioni pro life, quindi contro l'applicazione della legge 194 sull'aborto, arriva un nuovo affondo sul tema. Un approccio contraddittorio - ha proseguito - consente anche la soppressione della vita umana nel grembo materno in nome della salvaguardia di altri diritti. "Come può essere terapeutico, civile, o semplicemente umano un atto che sopprime la vita innocente e inerme nel suo sbocciare?", ha chiesto ai 25mila fedeli arrivati da tutto il mondo. "È giusto fare fuori una vita umana per risolvere un problema?". "Perchè è come affittare un sicario". "L'amore con cui Dio ama ogni vita umana".

Ammonisce il Papa: "Un bimbo malato è come ogni bisognoso della terra, come un anziano che necessita di assistenza, come tanti poveri che stentano a tirare avanti: colui, colei che si presenta come un problema, in realtà è un dono di Dio che può tirarmi fuori dall'egocentrismo e farmi crescere nell'amore".

Francesco si interroga anche sulle cause del rifiuto della vita, che "sono gli idoli di questo mondo: il denaro che porta a pensare che sia meglio togliere di mezzo qualcuno, "perché costerà", e ancora, il potere, il successo", "parametri errati per valutare la vita". "Nessuno misuri la vita secondo gli inganni di questo mondo, ma ognuno accolga sé stesso e gli altri in nome del Padre che ci ha creati". "La vita vulnerabile ci indica la via di uscita, la via per salvarci da un'esistenza ripiegata su sé stessa e scoprire la gioia dell'amore". Per Bergoglio, infine, "dobbiamo dire agli uomini e alle donne del mondo: non disprezzate la vita! Non si può disprezzare ciò che Dio ha tanto amato!". La vita altrui, ma anche la propria, perché anche per essa vale il comando: "'Non uccidere'".

Nel Vangelo Gesù racconta di un uomo che a mezzanotte bussa alla casa di un amico per chiedergli qualcosa da mangiare. Dopo aver ricordato che sono più del 99% coloro che, dopo una diagnosi prenatale infausta, scelgono di abortire, Viale afferma di rispettare la loro volontà e di fare il proprio dovere nell'adoperarsi per rendere effettiva la garanzia di un diritto: l'accusa di essere un sicario lo lascia indifferente 'con la serenità del giusto'. Tu sei un'opera di Dio!

Che richiama anche un aneddoto personale dei tempi di Buenos Aires che avvalora le sue parole: "Un uomo, un operaio, aveva una figlia in fin di vita, i medici non avevano dato alcuna speranza e lui ha percorso 70 chilometri per andare fino al Santuario della Madonna di Luján. Il suo insegnamento, il suo esempio di santità e la sua intercessione, guidino e proteggano il nostro cammino quotidiano, a volte difficile, sulle strade del Signore".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.