Ecco il Def. Il governo scopre le carte e dà i numeri

Manovra, governo blinda 2,4% deficit. Salvini: In Ue se ne faranno una ragione/Pil

Manovra, governo blinda 2,4% deficit. Salvini: In Ue se ne faranno una ragione/Pil

A Bruxelles, la scelta di alzare il deficit al 2,4% nel 2019, al 2,1 nel 2020 e all'1,8 nel 2022 si allontana dagli obiettivi di medio termine sull'equilibrio dei conti che pure l'Italia si era impegnata ad onorare.

"Ora si apre la fase di confronto con la Commissione europea, che potrà valutare le fondate ragioni della strategia di crescita del Governo delineata dalla manovra". Anche Di Maio assicura che ci sarà "una diminuzione del debito negli anni successivi grazie alla crescita che ci sarà e ai tagli agli sprechi prodotti dal lavoro del nostro team", definito 'mani di forbici'.

"In merito alla lettera di risposta inviata al ministro Tria, fonti di Palazzo Chigi fanno presente che non c'è stata alcuna bocciatura da parte dell'Ue, anche perché non è stata ancora avviata - né poteva essere - alcuna interlocuzione formale". Esprimendo soddisfazione per i risultati ottenuti, Tria definisce la prossima manovra "coraggiosa e responsabile". Auspica un dialogo "aperto e costruttivo" con l'Ue. A questa somma andranno ad aggiungersi ulteriori 12,4 miliardi di euro per poter sterilizzare l'aumento dell'IVA nel 2019. E con le preoccupazioni del ministro dell'Economia Giovanni Tria, che ha raccolto di persona quelle dei suoi colleghi europei. Ed elenca "maggiori risorse per gli investimenti pubblici e privati, minore pressione fiscale sulle piccole e medie imprese e sui lavoratori autonomi, spinta al ricambio generazionale sul mercato del lavoro e sostegno ai soggetti più vulnerabili".

Il tutto per confermare l'attuazione delle due misure simbolo del Movimento 5 Stelle e della Lega: il reddito di cittadinanza che partirà il prossimo anno, la cosiddetta flat tax e la revisione della riforma Fornero sulle pensioni.

Altro. Tra le altre voci di spesa, sono previsti inoltre fondi per le assunzioni straordinarie per le forze dell'ordine e per i risparmiatori danneggiati dalle crisi bancarie.

IL CAPITOLO IVA Gli aumenti delle imposte indirette previste dalle clausole di salvaguardia verranno completamente sterilizzati nel 2019 e parzialmente nel 2020 e 2021. "Sara' molto significativo per il piano sugli investimenti".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.