Def: come inciderà su pensioni, famiglie e imprese

Pensioni blocco dell'adeguamento con le speranze di vita è possibile

Pensioni blocco dell'adeguamento con le speranze di vita è possibile

L'esecutivo ha svelato che per la riforma delle pensioni nella prossima Legge di Bilancio 2019 verranno stanziati 7 miliardi di euro. "Ma, soprattutto, bisogna dare una risposta al disagio oramai insopportabile che pervade tutte le strutture sanitarie pubbliche e che induce alla fuga verso il pensionamento, considerato come un "fine pena", o verso la sanità privata, alla ricerca di posti di lavoro più remunerativi e meno logoranti". Grazie a questa introduzione si è stimato che saranno circa 500 mila i lavoratori che potranno andare anticipatamente in pensione già a partire dal prossimo anno.

Legge Fornero addio, arriva quota 100.

Il governo promette dal prossimo anno anche un intervento "in modo deciso sulla tassazione delle imprese", come si legge nella nota che evidenzia come "i vincoli finanziari entro cui si attuerà il programma sono stringenti".

L'ultima proposta sulla quota 100 prevede che per ottenere la pensione non basti raggiungere la quota, ma sia anche necessario aver maturato 38 anni di contributi e un'età minima di 62 anni.

Abolizione Fornero 2019 con pensioni Quota 100: come funziona? Il premier Giuseppe Conte promette che ci sarà grande attenzione agli investimenti, con un piano di "riammodernamento delle infrastrutture" e definisce la manovra coraggiosa perché il nostro Paese ha bisogno di una forte crescita.

Mario Cardarelli, economista, presidente di Popolari & Progressisti, ha invitato ieri Tito Boeri, presidente dell'Inps, Francesco D'Uva e Riccardo Molinari, rispettivamente capigruppo di Movimento 5 Stelle e Lega alla Camera dei Deputati, a un confronto pubblico per parlare di riforma delle pensioni. Il Vicepremier ha anche affermato che la quota 100 non prevederà limiti o penalizzazioni. Tale misura consentirebbe a tutti coloro che hanno compiuto 62 anni di età e che hanno versato 38 anni di contributi di andare in pensione anticipatamente. L'uscita anticipata dal mondo del lavoro sarà a partire dai 62 anni di età purchè si siano maturati 38 anni di contributi, e nel conteggio dovrebbero contare anche i figurativi senza restrizioni. Il governo ha dichiarato di voler rinnovare l'opzione Donna, una misura già applicata dal PD nel precedente governo che permette alle donne di andare in pensione a 57 anni con il ricalcolo dell'assegno pensionistico. Dunque non ci sarà il taglio dell'1,5% dell'assegno per ogni anno di anticipo rispetto all'attuale età di ritiro (66 anni e 7 mesi).

Una propaganda, spiega Franchi ad AbruzzoWeb, di "chiara matrice neoliberista che ha imposto una visione, in questi anni, che ha portato a credere che la riforma Fornero fosse l'unica possibile in un clima di austerità e, appunto, propaganda neoliberista".

Con un'interessante "guida ragionata", il Quotidiano Nazionale presenta quelle che potrebbero essere le novità più importanti della riforma delle pensioni che il Governo sta mettendo a punto, prendendo in considerazioni le ipotesi che stanno circolando in questi giorni.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.