Bruxelles attacca la manovra del governo

Deficit Tria all’Eurogruppo rating i mercati osservano l’Italia

Deficit Tria all’Eurogruppo rating i mercati osservano l’Italia

Un valore che, assicura il ministro, scenderà già a partire dal 2020.

"Riteniamo di importanza fondamentale la riduzione debito pubblico che, a prescindere dalle regole europee, va affrontato", ha spiegato oggi Tria, "serve un mutamento profondo della strategia della politica economica e di bilancio che fino a oggi non ha consentito l'aumento del tasso di crescita e di ridurre il debito e il tasso di disoccupazione". "Le promesse andranno nel corso della legislatura". Ma il percorso per il titolare dell'Economia sembra tutt'altro che in discesa. Insomma, il governo italiano non può contare neanche sugli amici sovranisti: anche il ministro delle finanze di Vienna che ha la presidenza di turno Ue dell'Ecofin Hartwig Loeger chiede chiarimenti e invita Roma "al rispetto delle regole". In questa cornice "un rilancio degli investimenti è una componente cruciale". Dopo aver provato a spiegare la manovra italiana che ha il suo punto cardine il rapporto deficit/Pil fissato al 2,4% dal Governo gialloverde, ha ricevuto critiche pesantissime. Il governo non ha ancora chiarito se questo riguarda tutti gli esborsi o la nuova spesa programmata per gli interventi che saranno adottati.

L'accordo che abbiamo raggiunto nel governo si basa anche su una clausola di salvaguardia che ho chiesto, e che ribalta la prospettiva rispetto alle clausole utilizzate finora. "Bisogna essere molto rigidi", osserva il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker - dall'altra le rassicurazioni di Tria e gli attacchi di Di Maio e Salvini.

Lo shock pervenuto ai mercati dall'esito della battaglia campale sulla "manovra del popolo", come è stata battezzata da un euforico Di Maio la legge di bilancio per il 2019, è riuscito a condizionare pesantemente la seduta finale di una settimana che, tutto sommato, per i mercati europei, aveva mantenuto un'intonazione positiva fino a giovedì sera.

Da una parte quindi lo scetticismo delle istituzioni europee - "Se l'Italia vuole un trattamento particolare supplementare, questo vorrebbe dire la fine dell'euro. Basta minacce e insulti dall'Europa, l'Italia è un paese sovrano". Ed è significativa la foto del vertice di Palazzo Chigi, in cui sono presenti per la Lega Calderoli e Giorgetti, ovvero due "moderati" che in altre occasioni - soprattutto l'ultimo - sono stati indicati come resistenti al Cambiamento dai grillini (traduzione: sanno usare la calcolatrice). Ma lo scetticismo a Bruxelle persiste.

"I soldi ci sono basta farli girare" così il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini parla a Genova delle coperture della manovra finanziaria. In primo luogo perché occorrerà capire quali siano realmente questi tagli di spesa e che conseguenze potrebbero avere sui cittadini (oltre che la reale fattibilità degli stessi, considerando come è andata a finire negli ultimi anni quanto a spending review).

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.