MotoGP, Valentino Rossi: "Da Yamaha non arriva niente da due anni"

Valentino Rossi si sfoga'Non sarà più un mio problema

Valentino Rossi si sfoga'Non sarà più un mio problema

Valentino Rossi in un'intervista a Motorsport.com torna a parlare della crisi della Yamaha. Il leader iridato ha battuto di puro manico il solito positivissimo Andrea Dovizioso. Il forlivese della Ducati le ha provate tutte per stare davanti allo spagnolo che oggi ha però messo sull'asfalto una carica unica. "Oggi è andata forte anche l'Aprilia che ci è arrivata davanti" ha detto il pesarese ai microfoni di Sky Sport MotoGP. D'altra parte, il MotorLand di Aragon non è mai stato un circuito amico della Yamaha. Ecco le sue sensazioni a fine gara: "Ieri è stata la giornata più difficile del weekend". Considerando che sono caduti Lorenzo, Crutchlow e Bautista avremmo fatto fatica ad entrare nella top-10, questo è abbastanza preoccupante. Ha un'ampia visuale della situazione degli altri costruttori: "Sono andato più veloce rispetto alla gara dell'anno scorso perché nel 2017 ero infortunato".

"Gadda ok, ma restano gli stessi problemi".

Il team manager Yamaha ha poi continuato: "Il prossimo test lo faremo dopo l'ultimo GP a Valencia e noi siamo consapevoli di non poter cominciare la stagione in queste condizioni". Non è un caso se la Yamaha non vince da 23 GP. "Bisogna continuare a lavorare perché mancano ancora cinque gare e sull'elettronica possiamo farlo". Arrivò Furusawa che attuò un programma per cambiare la moto e quello che succedeva nel reparto corse. Forse dovete chiederlo voi ai giapponesi.

Un Dottore pessimista per le prossime gare. Motegi mi piace molto, poi bisogna vedere il tempo, in Australia sull'asciutto potremmo anche essere competitivi. È molto importante rimanere nella top 10 - aggiunge e conclude - perché sarà un fine settimana difficile. "Bisognerà capire quanto saremo competitivi, anche se ho i miei dubbi ma magari andrà meglio di oggi". Vuol dire che c'è qualche altro problema. Quindi c'è quasi 1 secondo e mezzo al giro di differenza, che è un'enormità, quindi siamo in difficoltà. Le altre moto stressano meno la gomma dietro, quando aprono il gas i sistemi elettronici lavorano meglio, leggono che c'è più aderenza, la nostra moto continua a scivolare, le altre accelerano meglio. Questo è un commento di settembre dall'anno scorso, ed è sempre quello. "Stiamo vivendo un momento di grave crisi".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.