Il premier Conte assicura: "La pace fiscale si farà"

Il premier Giuseppe Conte

Il premier Giuseppe Conte

Il premier Conte, dopo aver incontrato a Palazzo Chigi i capigruppo M5S D'Uva e Patuanelli, spiega in un post su Instagram: "Abbiamo ragionato della necessità che la riforma del reddito di cittadinanza, che sarà inserita nella Manovra, abbia un impatto significativo sul piano sociale, in modo da alleviare la condizione di tutti coloro che vivono in povertà assoluta".

Di Maio ha anche assicurato che l'aumento dell'Iva "è una fake news, non è assolutamente vero" e che "in questo governo non si permetterà ai soldi di uscire dalla porta ed entrare dalla finestra, non vogliamo fare il gioco delle tre carte". Ma con questa tanto discussa Pace Fiscale cosa cambia in pratica?

La pace fiscale si farà: "è imprescindibile" per Giuseppe Conte.

Sono giornate di fuoco per il futuro dell'Italia che si avvia a grandi passi verso la Legge di Bilancio e verso le riforme promesse durante la campagna elettorale. La tentazione c'è, non da parte dei 5 Stelle ma da parte della Lega, per portare a casa risorse utili nella legge di bilancio. Significa che, per esempio, il reddito di cittadinanza comincera' dalle pensioni? Contemporaneamente, su dati 2016, il tasso di evasione si assesta al 15,6% secondo l'Agenzia delle Entrate e l'Istat che, contrariamente alla vulgata amplificata anche da diversi esponenti politici e mediatici, è un valore perfettamente nella media degli stati Ocse e addirittura di un punto percentuale inferiore al tasso di evasione fiscale rilevato in Germania da Destatis. "Mai pensato di fare una riforma e non un'altra" afferma il premier che aggiunge: "Avvieremo subito tutte e tre le riforme ma ci sarà un meccanismo di gradualità". In pratica la pace fiscale non potrà esser vista come un'alternativa più conveniente per quanti hanno già aderito alle precedenti rottamazioni. "Ma fino a quando non avremo definito tutto non escluderei nessuna ipotesi" assicura. "Vareremo tutto per gradi", ha aggiunto dimostrando di essere molto più vicino alle dichiarazioni del vicepremier Di Maio che a quelle del ministro dell'Economia Tria. "L'inasprimento delle pene è un tassello fondamentale della nostra riforma fiscale" evidenzia infatti.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.