Bimbo non vaccinato in quarantena in un asilo di Settimo Torinese

La vicenda ricorda quella già "vista" di una bambina della provincia di Treviso, trapiantata e con deficit immunitario, che non ha potuto frequentare la scuola dell'infanzia perché in classe c'erano due bimbi non vaccinati ma anche quella che vede un bimbo di 4 anni (in attesa di vaccinazione il 21 settembre, secondo il padre) che a Settimo Torinese (Torino) ha vissuto il suo primo giorno di scuola d'infanzia da solo in "isolamento" in palestra.

Maltrattamenti in un asilo di Roma: sospese 5 maestre. La vicenda è stata riferita da un medico di Castelfranco Veneto (Treviso), Oriana Maschio, con un post su Facebook riportato oggi dal Gazzettino.

In astratto, se in tutte le altre classi ci fossero bambini non vaccinati, il bambino dovrebbe andare all'estero "a cercare una classe di bambini vaccinati raggiungendo un altro paese", ipotizza la Maschio, dottoressa e scrittrice. Ma i suoi genitori sono convinti no-vax e, dunque, non hanno vaccinato il figlio. Per la dottoressa trevigiana "il fatto è paradigmatico, e sono indignata per queste opinioni che circolano, sproloqui non basati sull'evidenza scientifica, sfruttati da certi politici, e non possiamo più dare spazio all'idiozia". Per la scuola dell'obbligo del resto c'è tempo fino al 31 ottobre per presentare la documentazione che certifichi il completamento del percorso vaccinale dei bambini. E qui si è creata la situazione difficile da gestire.

Il motivo? Alcuni di loro non sono vaccinati. Cosa fare? "Noi dobbiamo rispettare la normativa nazionale, non possiamo escludere i bambini non vaccinati dalle elementari". Il bambino adesso sta bene, ma la sua vita non può ancora scorrere regolarmente. Ovviamente, per guarire completamente, il piccolo è stato sottoposto anche ad una serie di trattamenti chemioterapici che, per fortuna, hanno portato i frutti sperati.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.