Fisco, Tesoro: entrate tributarie primi sette mesi +0,6% su base annua

Certificazione unica 2018 lettere di compliance in arrivo

Certificazione unica 2018 lettere di compliance in arrivo

Nel periodo gennaio-luglio 2018, le entrate tributarie erariali accertate in base al criterio della competenza giuridica ammontano a 249.017 milioni di euro, segnando un incremento di 1.561 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente (+ 0,6%). Lo comunica il Mef nel consueto bollettino, dove si legge che le imposte dirette si attestano a 136.381 milioni di euro (+292 milioni di euro, pari a +0,2%) e le imposte indirette risultano pari a 112.636 milioni di euro (+1.269 milioni di euro, pari a +1,1%). Di conseguenza è stato modificato anche il termine di versamento con la maggiorazione dello 0,4%, dal 31 luglio, come era stato nel 2017, al mese di agosto. Nel mese di novembre 2018, invece, saranno interessati i contribuenti che, benché titolari di più Certificazioni Uniche, non avranno adempiuto alla presentazione della dichiarazione relativa all'anno d'imposta 2017. Il dato sino a giugno era negativo.

Tuttavia, tale impostazione non è corretta poiché la normativa vigente lega la scadenza delle comunicazioni trimestrali delle liquidazioni IVA allo spesometro In particolare, il comma 932 della Legge di Bilancio 2018 (Legge 205/2017) ha previsto lo slittamento del termine di scadenza dello spesometro al prossimo 30 di settembre che, cadendo di domenica, fa slittare la scadenza al 1° ottobre.

Tra le imposte indirette, mostrano un significativo incremento le entrate dell'imposta di registro (+5,7%, pari a 165 milioni di euro), i versamenti del canone di abbonamento radio e TV (+6,9%, pari a 65 milioni di euro) e dell'imposta di bollo (+11,5%, pari a 466 milioni di euro).

Le entrate dei giochi, nei primi sette mesi del 2018, ammontano a 8,5 miliardi di euro con una variazione positiva di 501 milioni di euro (+6,3%) rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Anche se si tratta della prima volta in assoluto che l'Agenzia delle Entrate che utilizza le anomalie riscontrate sulle varie dichiarazioni Iva rispetto ai dati inviati con lo Spesometro del 2016 e del 2017 per incoraggiare i contribuenti morosi ad attivare la procedura del ravvedimento operoso.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.