Ticinonline - L'ultimo saluto a John McCain

L'America dice addio a McCain. La figlia attacca Trump grande assente della cerimonia

L'America dice addio a McCain. La figlia attacca Trump grande assente della cerimonia

Grande assente Donald Trump, con cui McCain aveva avuto forti dissapori. A porgere l'ultimo saluto al senatore repubblicano anche gli ex vicepresidenti Al Gore e Dick Cheney, gli ex segretari di Stato Madeline Albright, John Kerry e Henry Kissinger e l'icona di Hollywood, Warren Beatty.

La salma del senatore americano John McCain è giunta alla National Cathedral a Washington, dove si tengono i funerali.

McCain fu pilota da combattimento nella guerra del Vietnam e fu catturato e tenuto prigioniero ad Hanoi per cinque anni e mezzo. L'ex senatore dell'Illinois, al pari di George W. Bush, ha ricevuto espressa richiesta da McCain affinché pronunciasse un elogio funebre ai suoi funerali. McCain, ha proseguito, "amava la libertà con la passione di chi ne ha conosciuto l'assenza; e rispettava la dignità insita in ogni vita". John ci ha mostrato al meglio cosa significa. "Ci ha reso presidenti migliori, così come ha reso migliore il Senato e migliore il paese", ha detto Obama aprendo il suo elogio. "Il presidente Bush ed io siamo tra i pochi fortunati che sono stati impegnati in una competizione con John ai più alti livelli della politica. Cose per le quali è giusto rischiare tutto, principi eterni, verità senza tempo". Bush e poi Obama, su invito di McCain, ne hanno commemorato la sua figura, mentre la Casa Bianca ha riferito che Trump era arrivato al suo campo da golf. "John McCain è stato caratterizzato dall'amore". "Per questo, siamo tutti profondamente in debito con lui".

L'America di John McCain non ha bisogno di essere resa nuovamente grande, perché l'America è sempre stata grande. Ma che il tycoon fosse il convitato di pietra della celebrazione lo hanno dimostrato le parole di Meghan, figlia del senatore scomparso. Ha ricordato i valori morali di McCain, il suo carattere schietto e talvolta irascibile, e il suo senso dell'umorismo.

In questi quattro anni, oltre diecimila persone sono rimaste uccise dal fuoco delle artiglierie o dei cecchini nel silenzio di quei cantori "democratici" che in coro piangono la scomparsa di un "campione" di quella doppia morale che a loro piace tanto.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.