Il ministro Tria a Europa e mercati: "Abbiamo impegni da rispettare"

Il candidato della Lega Claudio Borghi durante una conferenza stampa Roma 23 gennaio 2018. ANSA  ETTORE FERRARI

Il candidato della Lega Claudio Borghi durante una conferenza stampa Roma 23 gennaio 2018. ANSA ETTORE FERRARI

Lo riferiscono fonti governative vicine al dossier all'agenzia Reuters.

Tria manda il suo messaggio attraverso un'intervista sui giornali e l'ex ministro dell'Economia risponde da Cortona all'incontro di AreaDem, corrente del Pd che fa riferimento a Dario Franceschini: "Spero che Tria abbia ragione sullo spread, ma non sono ottimista", dice Piercarlo Padoan, secondo cui i mercati danno all'Italia ancora un po' di credito, ma il messaggio è: 'non mi piace dove stai andando, ma per adesso non ti punisco di più e aspetto'. Ma ha comunque spiegato che al momento tali progetti mancano, e che l'Italia non è neanche riuscita a usare tutti i fondi europei destinati allo scopo.

Invece il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini, prima di entrare al Viminale ha precisato ai cronisti che la manovra punterà a ridurre le Tasse agli italiani, ma che sarà al contempo rispettosa di tutte le regole, comprese quelle europee.

Sforare il tre per cento del rapporto deficit/Pil non è all'ordine del giorno, al di là delle dichiarazioni dal sapore propagandistico. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Borghi e Bagnai sono i due leghisti anti-euro che spingono di più per una manovra espansiva, e disposti alla rottura con l'Europa. Sulla stessa lunghezza d'onda sarebbe anche Armando Siri.

Tria l'altra sera a Shanghai è andato a vedere il corpo di ballo della Scala che ha trionfato a teatro con Don Chisciotte.

L'obiettivo, dunque, è quello di non giungere alla rottura con gli investitori e di riuscire a strappare qualche piccola concessione a Bruxelles [VIDEO], partendo da un deficit dell'1,5% (come stabilito nelle riunioni di agosto) e provando a chiedere almeno il 2%. Il sottosegretario alle Infrastrutture, infatti, ha dichiarato che bisogna capire se il primo intervento in favore di partite Iva e imprese riguarderà un regime forfettizzato del 15% per chi arriva a fatturare 80mila euro, oppure per chi ha un reddito annuale di 80mila euro. Mi stupisce che non si apprezzi il fatto che manteniamo gli impegni presi in campagna elettorale.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.