Ponte Morandi. Autostrade pubblica la convenzione con lo Stato. Risposta alle polemiche

Nell'infografica realizzata da Centimetri la demolizione del ponte Morandi

Nell'infografica realizzata da Centimetri la demolizione del ponte Morandi

Ultime notizie, indagini e demolizione: ecco cosa c'era nella concessione del 2007 28 agosto 2018 - agg. Ha scritto Luigi Di Maio su Facebook.

In questo estratto dell'inchiesta, l'autore evidenzia il ruolo di questa classe politica nel cambiamento del sistema finanziario e nella privatizzazione degli enti pubblici, mostrando in che modo questi stessi personaggi abbiano usufruito di ruoli di massima importanza nei momenti chiave di questo processo di trasformazione del sistema economico in favore delle aziende capitaliste.

In queste ore i vertici di Autostrade incontrano quelli di Fincantieri e non è un caso che la scorsa settimana siano piombati a Genova gli ad di Fincantieri e di Cassa Depositi e prestiti, Bono e Palermo.

L'esecutivo, ha assicurato Toninelli, "è compatto nel non permettere più ai privati di speculare".

Non solo: Toninelli nel corso dell'audizione odierna nelle commissioni riunite Ambiente di Camera e Senato sul crollo del ponte Morandi ha riservato altre staffilate ad Atlantia e Autostrade: "Nel 2016 i signori delle autostrade hanno fatturato quasi 7 miliardi, 5,7 miliardi derivano dai pedaggi autostradali e allo Stato sono tornati appena 841 milioni".

"In Germania, Olanda e Belgio le autostrade sono pubbliche e parzialmente gratuite". La controreplica di Toti non si è fatta attendere: "È Autostrade che deve pagare la ricostruzione e presentare un piano lavori". Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Governo tira dritto: mentre ancora si attendono i primi indagati dalla Procura di Genova per il crollo del Ponte Morandi, il Ministro Toninelli e il vicepremier Di Maio proseguono la "personale" guerra ad Autostrade per l'Italia, alimentata anche dalla mossa di ieri mattina della pubblicazione sul sito Aspi della concessione rimasta fin lì secretata negli atti privati.

Il testo della concessione è consultabile cliccando qui.

Le dichiarazioni rilasciate dal sottosegretario leghista Giancarlo Giorgetti ("Non credo che lo Stato faccia meglio le cose in privato") segnano il passo della netta divisione ideologia sulla nazionalizzazione di Autostrade. Per il ministro consentire ad Autostrade di ricostruire il ponte "sarebbe una follia, sarebbe irrispettoso nei confronti dei familiari delle vittime". "Stiamo parlando - ha spiegato - di interventi pianificati e continui, un'azione che magari non ha grande visibilità, non accende dibattiti e non porta voti, come invece succede con cattedrali nel deserto tipo il Ponte sullo Stretto". Accesissimo, durante tutta la giornata il dibattito politico, dal quale si astengono però gli alleati della Lega.

La pubblicazione viene presentata come una risposta a "polemiche e strumentalizzazioni", sottolineando come "nessuna norma interna o prassi internazionale prevede la pubblicazione di tali documenti". Come sostiene Gianluca Paolucci su La Stampa, il tema caldo delle ultime ore, dopo le parole di Toninelli (che hanno aggiunto ancora più nebbia sulla questione) e quelle di Di Maio, è la nazionalizzazione di Autostrade per l'Italia. Infatti andando a leggere l'allegato E della concessione, scopriamo che il capitale investito è pari al 10,21% lordo e al 6,85% al netto delle tasse.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.