Ponte Morandi, Autostrade pubblica la Convenzione col Ministero: "Così stop alle polemiche"

Crollo Genova Toti possibile Ati per realizzazione nuovo ponte

Crollo Genova Toti possibile Ati per realizzazione nuovo ponte

"Facciamo vera trasparenza sui padroni delle Autostrade".

Secondo il vicepremier pentasetellato "l'unica soluzione è la nazionalizzazione. Non possiamo infatti lasciarle ad Autostrade: non siamo affetti dalla sindrome di Stoccolma". E' compito dello Stato gestire queste infrastrutture e garantire ai cittadini un servizio all'altezza delle attese (e delle spese).

Audizione ministro Toninelli in diretta webtv - Oggi alle ore 15, presso l'Aula della Commissione Ambiente di Montecitorio, si terrà l'audizione del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, sul crollo del "ponte Morandi" di Genova del 14 agosto 2018, davanti alle commissioni riunite VIII della Camera e 8ª del Senato. Il fatto che sia Fincantieri, con Cassa Depositi e Prestiti, a occuparsi della ricostruzione" del ponte Morandi a Genova "permetterà allo Stato di avere un controllo molto forte su tutto il processo. "Tutto ciò può avvenire senza scontri, senza ritardi, senza quel surplus di polemiche di cui la politica talvolta sembra non poter fare a meno". "Bisogna smettere di inseguire le emergenze e bisogna ricominciare a programmare gli interventi per evitare che eventi di questo genere vengano a determinarsi - spiega ancora nel suo lungo intervento - senza dimenticare che i pedaggi oggi avrebbero potuto e dovrebbero essere drasticamente ridotti".

In attesa però delle relazioni di Commissione ispettiva e Autostrade sulle cause della tragedia Morandi, sullo sfondo rimane anche un nodo politico. "Atlantia (3.020 Km gestiti), che comprende Autostrade per l'italia (2.857 Km gestiti) e che controlla sostanzialmente circa metà della rete a pedaggio; e poi il gruppo Gavio (1.212,1 Km), che ne controlla il 20%". Lo dica alle famiglie delle vittime. "A rifarlo dovrà essere un'azienda di Stato" si legge in un tweet Di Maio.

Nel caso specifico delle concessioni autostradali, Toninelli ha precisato che "ci portiamo dietro sei tipi di convenzione, sei sistemi tariffari, con due gruppi che fanno la 'parte del leone'".

Il governo, ha chiarito Toninelli, respingerà quindi il piano di ricostruzione del ponte Morandi che sarà presentato da Autostrade per l'Italia. Noi vogliamo che questo lavoro sia perfetto e per essere certi che sia così ci prendiamo tutti gli oneri necessari. "Quindi - prosegue - Autostrade dia l'incarico di costruire il ponte ad un'azienda pubblica". O Genova e la Liguria devono aspettare anni di liti giudiziarie, o anni di dibattito parlamentare per riavere il proprio ponte? "Lo ha fatto dopo i 43 morti di Genova ma in precedenza la stessa società ci aveva formalmente diffidato dalla pubblicazione minacciando azioni legali". "Vuol dire", ha sottolineato, "che tra un anno potremmo vedere l'ossatura, se non addirittura il ponte fatto". "Dal governo mi aspetto fatti, non parole e men che meno polemiche", ha aggiunto Toti, ospite dell'emittente ligure Primocanale.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.