Sanzioni contro Iran, Londra prende le distanze da Usa

Iran negoziati con Usa non devono essere un tabù ma serve un’agenda chiara

Iran negoziati con Usa non devono essere un tabù ma serve un’agenda chiara

"I firmatari di questo trattato sono in grado di superare le difficoltà emerse recentemente; ribadiamo l'impegno di Mosca per l'attuazione di un piano di azione" - ha comunicato il Ministro degli esteri russo Lavrov - sottolineando il fatto che "l'accordo sul nucleare iraniano rimanga agibile nonostante l'uscita unilaterale degli Stati Uniti". "Sono le più forti mai imposte - ha scritto l'inquilino della Casa Bianca - e a novembre raggiungeranno un altro livello".

Dalla Gran Bretagna intanto alla Bbc Radio4 Alistair Burt, viceministro degli Esteri di Londra responsabile del dossier mediorientale, ha ribadito la sua fedeltà agli accordi presi con l'Iran sul nucleare e si è distanziato dalla idee di Trump.

Le restrizioni commerciali volute da Washington prevedono inoltre la revoca dei permessi concessi - in precedenza - alla Repubblica islamica per esportare tappeti e cibo locale, come i famosi pistacchi. Oggi Trump ha annunciato che da domani "entreranno in vigore le sanzioni contro il settore automobilistico iraniano, il commercio di oro e metalli preziosi e le sanzioni relative al rial iraniano". Il suo è un tentativo per isolare economicamente l'Iran.

In molti, inclusi gli alleati Usa in Europa oltre a Cina e India, si oppongono alle sanzioni, ma il governo statunitense vuole che il maggior numero possibile di paesi smetta di acquistare il petrolio dall'Iran.

Le minacce di Trump però potrebbero avere una ricaduta importante er la Germania che esporta auto e tecnologia negli Stati Uniti ma anche per il belpaese visto che l'Italia con 5 miliardi di euro di interscambio all'anno è tra i Paesi comunitari che rischia maggiormente.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.