AVELLINO, Respinto il ricorso: escluso dalla Serie B

Adesso è ufficiale: l'Avellino dovrà rinunciare alla prossima serie B e ripartire, forse, dai dilettanti.

La partita più importante per l'Avellino si gioca a Roma ma l'esito non è quello sperato dai tifosi. Quindi l'Avellino avrebbe (condizionale) avuto i requisiti di sostenibilità ma avrebbe dovuto impugnare il comunicato riferito al rilascio delle licenze nazionali, nei punti dove venivano individuati i criteri relativi alle polizze fideiussorie che hanno rappresentato il vero e proprio nodo critico per l'iscrizione dell'Avellino.

Alle ore 11:10 ha parlato l'avvocato Chiacchio. Però, aggiunge Chiacchio: "Soffro come tutti coloro che amano i colori biancoverdi, oggi finisce la fase sportiva e si apre quella amministrativa".

Tutto questo mentre arrivano pungenti le dichiarazioni del presidente Walter Taccone, che ha riferito di essere indignato e schifato dal mondo del calcio, a tal punto da volerlo abbandonare in fretta.

Il Collegio di Garanzia del Coni, presieduto da Franco Frattini, ha respinto il ricorso dell'Avellino e confermato, dunque, quanto già dichiarato dal Consiglio Federale. Nulla da fare, è stato respinto anche il ricorso che la società irpina aveva presentato al Collegio di Garanzia dello Sport al CONI.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.