Colpita da un uovo lanciato da un'auto, finisce all'ospedale

Daisy Osakue, campionessa azzurra di origine nigeriana pestata da un gruppo di razzisti

Daisy Osakue, campionessa azzurra di origine nigeriana pestata da un gruppo di razzisti

In base a quanto appreso dai militari la ragazza non sarebbe né stata picchiata né insultata ma colpita da un lancio di uovo il cui guscio l'ha ferita alla cornea. Ieri è stata selvaggiamente picchiata da schifosi razzisti - scrive su Twitter l'ex premier e senatore del Pd, Matteo Renzi - Gli attacchi contro persone di diverso colore della pelle sono una emergenza.

"Non dovrò operarmi all'occhio".

Queste le parole del sindaco di Moncalieri Paolo Montagna: "Si tratta di un fatto di violenza inqualificabile che richiede prese di posizione chiare: in questa città non c'è spazio per questi comportamenti". Inizialmente, la paura era che dovesse rinunciare agli europei di Berlino, timore però rientrato dopo gli accertamenti medici. Ancora ignote le cause dell'aggressione, ma si sospetta un movente razziale dietro il lancio di uova da un Fiat Doblò, anche se i carabinieri che stanno indagando negano si possa trattare di razzismo. Compresa, appunto, l'aggressione a sfondo razziale.

L'atleta studia negli Stati Uniti ed è tornata in Italia dopo 11 mesi, dice di non riconoscere più il Paese e che quella che ha trovato non è la sua Torino. "Parto comunque con la squadra, gareggio giovedì (9 agosto, ndr)", ha aggiunto la lanciatrice. "A Daisy Osakue esprimo la mia solidarietà e l'augurio di una pronta guarigione, perché vogliamo vederla gareggiare e vincere per l'Italia agli europei di Berlino". "Daisy Osakue è una campionessa italiana". E poi lancia una grande manifestazione a settembre: "La manifestazione - ha detto Martina - servirà per dire forte e chiaro che l'Italia non cede al ricatto di questa clima di razzismo e odio ma reagisce con la cittadinanza, con la democrazia, con un idea forte dei diritti e dei doveri". Peccato che io non sono una prostituta. "Probabilmente stavolta volevano fare questo, ma hanno presto la persona sbagliata". "Ho visto l'auto che accelerava verso di me e quando mi è stata allineata sono stata colpita".

L'episodio è stato denunciato anche dal giornalista Enrico Mentana.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.