Atleta Daisy Osakue aggredita

Un gruppo di giovani criminali, secondo quanto riportano i media, l'ha colpita senza apparente motivo in piena faccia e ridotta come vedete. L'aggressione è stata 'realizzata' da un gruppo di giovani.

Le hanno lanciato uova o altri oggetti da un'auto in corsa, colpendola in pieno volto.

Da lei quindi se gareggerà agli Europei di atletica di Berlino dal 7 al 12 agosto, si attende una bella gara.

Secondo le prime verifiche, è da escludere che l'azione sia riconducibile a discriminazione razziale. Noi siamo e saremo in tutto e per tutto al suo fianco nella battaglia per chiedere giustizia: vogliamo che questi criminali vengano trovati, processati e condannati.

"Cascasse il mondo, ma a Berlino vado assolutamente", rassicura i tifosi. "Due giorni senza allenamento, poi mercoledì mattina un altro controllo a Torino all'Ospedale oftalmico e potrò ricominciare ad allenarmi giovedì". "In quella zona ci sono molte prostitute di origine africana, probabilmente volevano colpire una di loro per fare una bravata". L'episodio è avvenuto a Moncalieri, nel torinese, e a denunciarlo è Enrico Mentana su Facebook, che ha attaccato il governo reo di non riscontrare un problema di intolleranza in Italia. Aggredita a Moncalieri mentre rincasava, dal branco. Si tratta di un'atleta nazionale italiana di atletica, naturalizzata dal Sudafrica. Stare a guardare in mezzo, indifferenti, per vedere come va a finire non si può più. Gli addetti ai lavori la conoscono perché è la primatista italiana under 23 del lancio del disco grazie al 59.72 piazzato lo scorso 7 aprile a San Angelo. Il papà aveva gareggiato nel judo e la mamma era una giocatrice di pallamano. La giovane atleta, nata a Moncalieri, ha trascorso l'ultimo anno in Texas, dove studia: "Sono tornata dopo diversi mesi e ho trovato una Torino cambiata". In corso Roma, angolo via Vico, l'atleta è stata colpita dalle uova lanciate da alcune persone a bordo di un Fiat Doblò, che si è poi dileguato.

"L'hanno fatto apposta. Non volevano colpire me come Daisy, volevano colpire me come ragazza di colore" afferma la 22enne all'uscita dall'ospedale Oftalmico di Torino. Ora dovrà essere operata per rimuovere un frammento di guscio d'uovo. Daisy Osakue racconta ai microfoni di Sky Tg 24 l'aggressione subita. L'Italia rifiuta, si indigna e punisce questi gesti inqualificabili.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.