Morta suicida Oksana Shachko, la fondatrice del movimento "Femen"

Gleb Garanich  Reuters

Gleb Garanich Reuters

"Era una delle più grandi combattenti che hanno lottato duramente contro le ingiustizie della nostra società, che ha combattuto per se stessa e per tutte le donne del mondo", ha scritto su Facebook Inna Shevchenko.

Oksana Shachko, una delle quattro fondatrici del movimento di protesta femminista Femen nato in Ucraina nel 2008, è stata trovata morta nel suo appartamento di Parigi.

Ad annunciarlo alla stampa francese è la leader dell'organizzazione femminista, Inna Chevtchenko. È in ognuna di noi, è in ogni FEMEN che ha cofondato. Secondo le prime notizie riportate dai media, si tratterebbe di un suicidio. "Oksana - ha dichiarato - è stata ritrovata ieri nel suo appartamento a Parigi". È nei suoi dipinti attraverso i quali manifesta il suo talento artistico. "La più coraggiosa (.) Oksana Chatchko ci ha lasciati. È nella storia del femminismo". Con i suoi cari e la famiglia, siamo in lutto e attendiamo la versione ufficiale della polizia. Per il momento, ciò che sappiamo, è che il corpo di Oksana è stato ritrovato nel suo appartamento a Parigi. Giunta iuìn Francia nel 2013, decise di intraprendere la sua carriera nell'arte, abbandonando il gruppo Femen, ma non l'ideologia del movimento, infatti la Shachko continuò lottare contro le discriminazioni sociali e contro lo sfruttamento dellle donne tramite la sua pittura.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.