Ilva, Di Maio attacca Calenda: "L'offerta AcciaItalia era migliore"

"Lesa la concorrenza, la gara è stata un pasticcio, per colpa dello Stato". Così il ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio che sull'Ilva "definisce inspiegabile il comportamento tenuto dal ministero dello sviluppo" riferendosi a chi lo preceduto. L'aver deciso il rinvio dopo che la rosa dei "pretendenti" si era ridotta a due e si era passati alla offerte vincolate, secondo l'Anac, ha senza dubbio modificato il quadro economico: il periodo più lungo di addirittura sei anni avrebbe potuto spingere più imprese a partecipare alla competizione, aumentato il livello di concorrenza e la qualità delle offerte. "Il pasticcio qui lo ha fatto lo Stato non l'azienda - ha aggiunto il vicepremier -, lo ha fatto il Ministero quando ha bandito questa gara e su questo chiederemo il massimo della chiarezza perché se qualcosa non è andato io voglio capire perché e soprattutto di chi sono le responsabilità specifiche". Condizione che, come fa notare il ministro Calenda su Twitter non è indice di irregolarità.

L'esame dell'Anac è puntuale sui tre aspetti evidenziati dalla richiesta del ministero dello Sviluppo, che era partita dalla segnalazione del governatore pugliese Michele Emiliano. Viceversa il piano ambientale è stato gestito dal Ministero dell'Ambiente con una procedura specifica, e che i rilanci dell' offerta di Acciaitalia erano stati esclusi dall'Avvocatura dello Stato.

Il secondo quesito riguardava invece le scadenze intermedie del piano, che sempre secondo l' ANAC non sarebbero state rispettate.

La risposta inviata dall' ANAC al Mise è di sette pagine, in cui si spiega inizialmente la competenza nella sua valutazione, collegata alla circostanza che la procedura esclusa dal Codice degli appalti, prevede comunque l'obbligo di attuare delle procedure sulla base al "rispetto dei principi di parità di trattamento, trasparenza e non discriminazione" principi che l'Autorità è deputata a tutelare. Una valutazione questa però che spetta all' Amministrazione Statale e non all' Autorita Nazionale Anticorruzione.

Insomma le criticità non mancano. "E assumiti la responsabilita' di annullare la gara se la ritieni viziata".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.