Trionfo Ferrari a Silverstone: Vettel davanti a Hamilton, poi Raikkonen

F1: il bello e il brutto del GP di Silverstone 2018

F1: il bello e il brutto del GP di Silverstone 2018

La Ferrari espugna Silverstone, feudo totale Mercedes ("loro" appunto), già dal 2013 quando si correva ancora coi motori V8. Vettel interrompe così il dominio Mercedes con Hamilton che ha vinto qui le ultime quattro gare di fila. "E' stata una gara fantastica, una gara che mi sono goduto".

Sebastian Vettel, Ferrari (1^ posizione): "Di sicuro la Safety Car ha reso tutto più incandescente in pista, ed è stata una gran battaglia con Bottas. Anche per me. Ho spinto come un pazzo, non è stato semplice trovare un modo per passarlo ma credo di averlo sorpreso". "Oggi ero in ottime condizioni". Ma Vettel è stato perfetto dal primo all'ultimo giro dimostrando di avere una Ferrari che ha dato il meglio di sé. E che resterà nella memoria per il sorpasso di forza compiuto su Valtteri Bottas al giro 47, epilogo di un finale da cardiopalma dopo le neutralizzazioni per il botto di Marcus Ericsson e poi per quello fra Sainz e Grosjean.

Nulla però ha impedito a entrambi di puntare al podio e al termine di una lunga rimonta hanno concluso la loro corsa rispettivamente secondo e terzo. Quella Silverstone dove i sostenitori di Lewis Hamilton si sono fatti sentire fin dalle prime prove libere. Errore mio, a volte succede. Giusta la penalità, la meritavo. Si decide di farlo rientrare alla fine del 13° passaggio, per cambiare le gomme e scontare la penalità.

Al quinto posto Daniel Ricciardo con la Red Bull, sesto Nico Hulkenberg su Renault, settimo Ocon con la Force India, ottavo Alonso (Mclaren), nono Magnussen (Haas) e a chiudere la top ten Gasly con la Toro Rosso. I nuovi aggiornamenti che abbiamo portato qui hanno funzionato bene per tutto il weekend.

"Grandissimo Seb, sei un leone", ha commentato il team principal Maurizio Arrivabene nel team radio dopo che Vettel ha tagliato il traguardo.

"Il team ha fatto un lavoro fantastico, abbiamo avuto tanta pressione, ma anche tanto sostegno", ha aggiunto Hamilton, prima di lanciare una frecciatina alla concorrenza, lasciando intendere, forse, che la manovra di Raikkonen fosse volontaria: "Ci sono stati degli stratagemmi interessanti da parte degli altri, ma noi abbiamo cercato di lottare e lo faremo anche nella prossima gara".

Vettel è stato esemplare dall'inizio alla fine: parte bene a differenza di Hamilton che fa pattinare troppo le gomme e così passa subito al comando.

L'ultima volta con due Ferrari sul podio a Silverstone risaliva al 2004 con Schumacher vincitore e Barrichello 3°. "Sono due gare che le Ferrari buttano fuori due Mercedes e prendono penalità molto leggere - ha detto". Magari stanotte non sarà così, ma non importa.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.