Pensioni, Boeri: "Calo migranti problema serissimo"

"Il problema è serissimo e dell'immediato - ha avvertito Boeri -".

Il presidente dell'Inps ha sottolineato che, "volenti o nolenti, l'immigrazione è qualcosa che può darci il modo per gestire questa difficile transizione demografica".

In un paese come l'Italia dove ci sono 13,5 milioni di persone sopra i 65 anni di cui 2,5 milioni non autosufficienti, la gestione della terza età e delle sue necessità diventa un punto strategico del welfare nazionale al quale danno un contributo fondamentale, sia nelle residenze per anziani che con l'assistenza domiciliare, le cooperative sociali che in Italia sono oltre dodicimila e occupano poco meno di 300mila lavoratori. "Ma basta!", si legge in un twet di Salvini.

Col calo dei flussi, ha sostenuto ancora Boeri, l'arrivo di migranti "comincia ad essere non più sufficiente" a controbilanciare "il calo degli autoctoni". Un problema "molto serio per il nostro sistema pensionistico, che è in grado di adeguarsi all'allungamento della vita media ma non al fatto che diminuiscono le coorti di contribuenti". "Se gli italiani ricominciano a fare figli, cosa che tutti auspichiamo, ci vorranno vent'anni prima che i nuovi nati inizino a pagare i contributi". E pesante, ha affermato Boeri sarebbe anche il peso di 'quota 100' per andare in pensione.

L'allarme e le preoccupazioni di Tito Boeri sulle ripercussioni sul sistema pensionistico della riduzione del flusso migratori.

.

Infine, Boeri ha toccato il tema dei vitalizi: "Secondo le nostre stime, con una serie di interventi sui vitalizi dei parlamentari e dei consiglieri regionali si potevano ottenere anche fino a 200 milioni di euro, che non sono niente a cospetto del nostro debito pubblico ma sono cifre importanti". "Chiunque abbia un ruolo - ha aggiunto il presidente dell'Inps - deve spiegare agli italiani questo problema" che si manifesta già "e non fra dieci anni". "Per alcune categorie - ha spiegato - come per i politici, che" le regole per il calcolo delle pensioni "se le erano date da soli, c'erano delle deviazioni significative". "Si tratta di impegni ingenti che hanno effetti immediati, ma destinati anche a trascinarsi nel tempo", ha esordito il presidente dell'Inps parlando delle proposte che il governo, intenzionato a smantellare la legge Fornero, ha finora avanzato. "E, soprattutto, peggiora di molto il rapporto tra pensionati e lavoratori".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.