Migranti, trovata l'intesa a 28 Conte: "Non siamo più soli"

Negli uffici della Commissione europea a Bruxelles 24 giugno 2018

Negli uffici della Commissione europea a Bruxelles 24 giugno 2018

Alle proteste dei partecipanti al Consiglio, abituati a procedere per parti successive dando per scontato il consenso sui diversi capitoli del testo, a meno di una esplicita opposizione, Conte ha risposto rivendicando di essere professore di diritto, e sottolineando che le conclusioni del Consiglio europeo hanno un solo numero di protocollo e sono dunque da considerare come un documento unico. Anche perché, a voler leggere tra le righe, questo accordo non farà altro che legare ancora di più il nostro paese all'Unione europea. Lo ha detto il ministrodell'Interno, Matteo Salvini, al Festival del Lavoro a Milano. Prevista, inoltre, l'apertura di centri di accoglienza europei sul continente.

Sulla possibilità di creare questi centri di accoglienza in Italia, il premier Conte assicura che è "una decisione che ci riserveremo di prendere, una decisione collegiale ma non siamo invitati a farlo". Necessario anche intensificare il rimpatrio dei migranti irregolari. Accordo alle prime luci dell'alba a Bruxelles sui migranti. Un testo che conferma il nuovo paradigma europeo della 'difesa' delle frontiere esterne e concede a ciascun paese un principio da riportare a casa una vittoria da consegnare alle proprie opinioni pubbliche. Per il Mediterraneo centrale, "l'UE cointernazionale debba essere preso in carico sulla base di uno sfntinuera' a stare dalla parte dell'Italia", dicono i 28. "Leggo", ha aggiunto, "che c'è un accordo di fondo, non solo su migrazione, ma anche su questioni economiche come le spese possibili e le infrastrutture", ha aggiunto. Se queste notizie fossero confermate, sarebbe una vittoria del governo italiano, che puntava proprio su una equa distribuzione tra i 28 Paesi membri dell'Ue e sull'analisi delle richieste di asilo già dai punti di partenza, ovvero i porti della Libia e del Nord Africa in generale.

Oggi, infine, in Sicilia capi d'abbigliamento inzuppati d'acqua sono stati trovati abbandonati sulla posidonia a Capo Boeo, a testimoniaza di uno sbarco sulla costa di Marsala, probabilmente di notte; ma dei migranti nessuna traccia. In una concessione all'Italia, la riforma dovrebbe "tenere conto delle persone sbarcate dopo operazioni di ricerca e soccorso". In un primo momento, il premier italiano aveva bloccato tutti i lavori, rifiutandosi di approvare una bozza di accordo che non prevedeva il collegamento alla soluzione dei migranti. La cancelliera, che rischia la tenuta del suo governo, è riuscita ad ottenere il riferimento ai movimenti secondari. Un risiko in cui il leader italiano, oltre che sui movimenti secondari, potrebbe aprire anche ai centri per gli sbarchi della proposta franco-spagnola, purché siano nel nome della responsabilità condivisa, e quindi lo facciano anche altri Stati europei.

"L'Europa vivrà ancora per lungo tempo la sfida della migrazione, dobbiamo fare fronte a questa sfida restando fedeli a mostri valori". Una soluzione "attraverso una collaborazione tra più Stati che decidono di andare avanti assieme", come enunciato dal presidente francese Emmanuel Macron.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.