Malta | fonti | ancora non c' è sì Lifeline

La nave delle Ong Lifeline resta in alto mare al largo di Malta

La nave delle Ong Lifeline resta in alto mare al largo di Malta

L'Ue prepara il Consiglio di giovedì e venerdì.

Parigi, 26 giu. (askanews) - La nave dell'ong Lifeline, bloccata da giorni in mare con a bordo oltre 230 migranti, potrebbe approdare a Malta. Si attende che tutti gli Stati coinvolti nei colloqui accettino di accogliere in patria la loro quota di passeggeri della Lifeline. Dalla nave Lifeline arriva intanto una protesta per non aver ricevuto nessuna comunicazione ufficiale. Ma poi è tornato sulla nave. Il comandante della nave è sotto interrogatorio. L'accordo sarebbe relativo soltanto al caso Lifeline, ma fonti vicine al premier maltese Muscat confermano che si stanno tenendo trattative per il breve-medio periodo. "Ci aspettiamo - dicono dalla ong - un comportamento professionale e che le forze libiche rispettino la legge internazionale".

Su come intende muoversi Malta nelle prossime ore per determinare lo smistamento dei migranti nei nove Paesi europei che hanno dato disponibilità ad accoglierli, Buhagiar ha detto: "La procedura vuole che a coloro i quali hanno diritto d'asilo verrà data protezione, a Malta o in altri stati membri dell'Unione Europea. Con il presidente maltese abbiamo concordato che l'imbarcazione sarà sottoposta a indagine per accertarne l'effettiva nazionalità e il rispetto delle regole del diritto internazionale da parte dell'equipaggio". "Ed è chiaro che non possa affrontare da sola il peso dell'emergenza". Ma Malta, nonostante le dichiarazioni di Conte, non ha ancora dato il via libera in quanto sull'accordo per la redistribuzione dei migranti tra vari paesi ci sono frizioni. "Io ho favorito questa soluzione, quindi la commento positivamente", ha sottolineato Conte.

La Lifeline ha avuto il permesso di entrare nelle acque territoriali maltesi, dopo che le condizioni del mare hanno reso difficoltosa la situazione a bordo. "Finalmente la Lifeline è arrivata in porto! Altro successo del governo italiano: dopo anni di parole, in un mese arrivano i fatti!", esulta su Twitter il vicepremier e ministro dell'interno Matteo Salvini.

Si è definitivamente conclusa l'odissea della Lifeline, la nave della Ong tedesca con a bordo 234 migranti. Per questo La Valletta ora frena. Sul molo l'attendono medici in tuta bianca, decine di poliziotti, ambulanze, sei pullman della polizia ed uno sparuto gruppo di 'Patrioti maltesi' che issa lo striscione 'Stop human trafficking'. "Quello che sta succedendo in questi giorni sulle Ong mi ha riportato ad un anno fa e a tutti gli insulti che mi sono preso". Il capitano, Carl Peter Reisch, è stato interrogato così come i nove membri dell'equipaggio.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.