Uefa, fair play finanziario: Roma promossa, Inter ancora bocciata

Il PSG invece è in attesa di giudizio.

Inter - La Camera Investigatoria considera parzialmente soddisfatti gli obiettivi fissati per l'Inter per la stagione 2017/2018. Di conseguenza le misure sportive condizionali previste, come le restrizioni sui trasferimenti e la limitazione del numero di giocatori che possono essere inseriti nella Lista A, non saranno revocate e continueranno ad essere applicate anche nella stagione 2018/19. Il regime di settlement continuerà a ad essere applicato per la stagione 2018/19. E quindi dovrà pareggiare i conti. Se vorrà fare mercato, quindi, sarà obbligata a cedere qualche pezzo pregiato. Il Settlement Agreement è ormai concluso e ora la Roma può operare con tranquillità, proprio come fa la Juventus. Nell'aggiornare la situazione di alcuni club sotto esame, la commissione ha fatto sapere oggi che la Roma, con Monaco e Zenit tra le altre, è una delle società i cui conti sono stati di fatto promossi. La UEFA comunque, in attesa di questi soldi, ha chiuso il 'settlement agreement' con la società giallorossa.

Il verdetto più atteso, e più delicato, riguarda il Milan, che attende per il 19 giugno l'esito del processo presso l'Uefa, ma tante altre erano le grandi d'Europa che aspettavano di essere giudicate in tema di Fair Play Finanziario. I parigini dovranno soltanto vendere giocatori per 60 milioni entro il prossimo 30 giugno, problema tutt'altro che difficile da risolvere visto il valore della rosa e dei tanti giocatori sotto contratto con un valore singolo molto vicino, e spesso superiore, a quelle cifre.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.