F1, Hamilton zittito dopo le qualifiche del Canada: "giornata difficile"

Formula Uno: Vettel stravince in Canada

Formula Uno: Vettel stravince in Canada

La sbagliata scelta nella allocazione delle gomme (la Mercedes ha puntato su pochi treni di Hypersoft) ha peggiorato la situazione, ma Lewis disponeva di una power unit con più cavalli di quella di Ferrari di Sebastian Vettel.

È giusto, allora, rimarcare le qualità di telaio e di aerodinamica della Rossa che nel veloce di Montreal ha confermato la sue doti: oltre a rilevare la migliore velocità massima alla speed trap fra le monoposto dei tre top team con 326,4 km/h (contro 326,2 km/h di Bottas e 324,5 di Hamilton, con Verstappen a 324,1 km/h) la SF71H è risultata nettamente la più veloce negli altri tre punti di rilevamento. "La macchina e' stata fantastica, nessun problema con le gomme, al primo stint ho aperto un gap di 4-5 secondi su Bottas e poi ho gestito la gara - racconta Vettel in conferenza stampa - Ma e' stato difficile, col traffico e' sempre difficile rimanere concentrati pero' venerdi' era quasi un disastro, sabato e' andata molto meglio e la macchina e' stata super in qualifica e in gara". La superiorità canadese targata Vettel era sta già dimostrata nei giorni precedenti, con le prove libere.

Sebastian Vettel 10 Nel nome di Gilles, da come ne parla sembra più un tifoso colpito dalla famosa "febbre" piuttosto che un suo successore, ma Seb Vettel è anche questo. Era dal 2004 con Schumacher che la Ferrari non trionfava a Montreal. La Ferrari è una grande squadra ma serve anche un grande pilota. Il quale lascia il Nord America in testa alla classifica mondiale, con un punto di vantaggio su Hamilton.

Quinto Hamilton, protagonista anonimo sulla pista dove ha vinto sei volte. Una pista che avrebbe dovuto favorire il suo stile di guida e la potenza della power unit Mercedes. L'inglese al rientro in pista ha una indecisione, Ricciardo fiuta la chance e si ferma nello stesso giro rientrando proprio davanti alla Mercedes. Vettel conquista la prima piazza provvisoria ma Bottas gli è praticamente attaccato a meno di un decimo, non male anche Raikkonen e Verstrappen, praticamente appaiati in terza posizione, mentre nemmeno Ricciardo fa segnare un tempo esaltante. Bella prestazione di Ricciardo che, avendo un motore non al massimo, è riuscito a tenere dietro il pilota Mercedes. Kimi Raikkonen invece chiude 6º dopo un week-and condizionato sicuramente dalla qualifica.

A volte la chiamano la guerra degli sviluppi, e non hanno tutti i torti. Sarà l'occasione per scacciare certi fantasmi o per confermare che, comunque vada, sarà dura fino alla fine.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.