Malta rifiuta l'attracco alla nave Acquarius della Ong francese

Matteo Salvini in piazza Mercato a Brescia

Matteo Salvini in piazza Mercato a Brescia

La Acquarius ha soccorso 229 persone, altre 400 sono state salvate dalle altre imbarcazioni e poi trasbordate sulla nave della Ong. Ma il governo maltese replica: "Il recupero della nave Aquarius è avvenuto nell'area di ricerca e salvataggio libico ed è stato coordinato dal centro di Roma". Secondo Malta, dunque, non spetta al loro Governo occuparsi di quel naufragio rimandando al mittente per ora la richiesta italiana: "Malta non è né l'autorità di coordinamento, né ha competenza su questo caso", ha spiegato un portavoce del governo maltese sul sito di Malta Today. Una vera e propria sfida alle autorità maltesi quella lanciata da Salvini che ha recapitato loro una lettera urgente nella quale richiede di far approdare Aquarius alla Valletta.

Voglio ricordare che nel momento dei soccorsi i migranti sono stati tratti in salvo da 4 navi, tra cui 2 italiane e un mercantile. Alla lettera di Salvini, che ha definito quello maltese il "porto più sicuro" e quindi quello più adatto ad accogliere la nave battente bandiera Gibilterra, non è ancora arrivata una risposta ufficiale.

Tenendo conto che le navi delle Ong sono in mare e continueranno a soccorrere queste persone, nella consapevolezza che senza l'aiuto molti rischierebbero di morire.

Questo potrebbe essere il primo passo concreto mosso dal nuovo governo in tema di immigrazione, mandando anche il chiaro messaggio all'Europa che l'Italia non può essere lasciata da sola a gestire l'emergenza degli sbarchi.

La decisione è stata adottata d'intesa dai ministri dell'Interno e delle Infrastrutture Danilo Toninelli. Lo scorso 9 giugno il neo ministro ha sottolineato che non avrebbe più permesso alle Ong attive nel Mediterraneo di "continuare a svolgere il ruolo di taxi del mare".

La mappa e la posizione della nave dimostrano che il natante con a bordo 629 profughi si trova in una porzione di mare molto vicina a Malta. "Se qualcuno pensa che si ripeterà un'estate con sbarchi, senza muovere un dito, non è quello che farò come ministro".

D'altronde, nelle ultime ore sono circa mille le persone soccorse nel Mediterraneo, compreso il numeroso gruppo giunto sabato nel porto di Reggio Calabria (LEGGI). "Non starò a guardare", aveva detto sabato Salvini. Era così intervenuta la Guardia costiera italiana e la nave, alla fine, è stata fatta approdare sabato mattina a Pozzallo.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.