Salvini: ''Se salta il governo la frattura è con gli italiani''

Mattarella conferisce a Giuseppe Conte l’incarico di formare il Governo M5S-Lega

Mattarella conferisce a Giuseppe Conte l’incarico di formare il Governo M5S-Lega

In Transatlantico si vedono parlare a lungo Stefano Buffagni e Gianluigi Paragone e nel pomeriggio anche Di Maio compare nel cortile della Camera e incontra Carlo Sibilia, esponente della vecchia guardia che in mattinata aveva elaborato, via Facebook, il suo endorsement per Savona. Già insegnante alle università di Sassari, Roma Tre e Luiss, oltre che direttore di prestigiose riviste e collane scientifiche, Conte è vicepresidente del Consiglio di Presidenza della Giustizia amministrativa. O meglio, Giuseppe Conte premier o si torna al voto. Non sappiamo se la nostra testata goda di attenzione dalle parti del Quirinale, ma chi può recapiti a Mattarella un messaggio assolutamente rispettoso della volontà popolare, perché pronunciato da chi le elezioni le ha vinte e non perse: "no Savona, no governo", è la sostanza della risposta di Salvini alla domanda che gli abbiamo posto. Tirarsi indietro dopo più di ottanta giorni di trattative non sarà però stavolta indolore per nessuno degli attuali contraenti. Con noi lo spread è sceso, il PIL è ripartito, i posti di lavoro sono aumentati. E tutti sanno che egli è pronto a difendere ovunque l'interesse nazionale.

Mattarella conferisce a Giuseppe Conte l’incarico di formare il Governo M5S-Lega

Caduto il nome di Vincenzo Spadafora, che rimarrà vicino a Di Maio come consigliere ma che è stato affossato come possibile ministro dalle perplessità in una larga parte del Movimento e da alcuni articoli di stampa che lo hanno messo in correlazione con il chiaccheratissimo costruttore Balducci, è data in bilico Laura Castelli. Per Lorenzo Fontana, vicepresidente della Camera e vicesegretario della Lega "il nome resterà questo" perchè "se dovesse cambiare si dovrebbe rivedere un po' tutto l'equilibrio della squadra di governo e il problema sarebbe molto serio". Il nodo Paolo Savona, l'uomo scelto dalla Lega e concordato con il M5S per il ministero dell'Economia ma non gradito a Bruxelles e al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui, - Ladyblitz clicca qui -Cronaca Oggi, App on Google Play] si presenta come la punta di un iceberg, fatto di un'intricata tela di veti incrociati, che rischia di far cadere l'intero castello del governo. "Sono fiducioso che troveranno un'ottima soluzione", ha detto Casaleggio a chi gli ha chiesto dello stallo per la formazione del governo M5S-Lega legato al nome dell'economista Paolo Savona. Lo ha detto il segretario della Lega, Matteo Salvini, arrivando a una festa del partito per un comizio. Lo afferma Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia in una nota. "Il mistero Giuseppe Conte", titola invece il quotidiano francese Le Monde a pagina 3. Al di là del contratto, contano le persone; al di là che il presidente del Consiglio sia o no eletto, l'importante è che faccia davvero del bene.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.