Giro della salute: l'appuntamento ad Abbiategrasso per la 18esima tappa

Storica impresa di Froome a Bardonecchia 82 km di fuga e maglia rosa azione solitaria nata sul Finestre

Storica impresa di Froome a Bardonecchia 82 km di fuga e maglia rosa azione solitaria nata sul Finestre

Il trittico alpino si apre con due notizie per Simon Yates, da 13 giorni maglia rosa del 101/o Giro d'Italia di ciclismo: una buona e un'altra cattiva.

L'impresa di Froome, la più importante della sua carriera, è resa ancora più epica dalla particolarita della tappa, dato che oggi il Giro affrontava la Cima Coppi, la più alta della Corsa.

In una giornata che si preannunciava difficile già sulla carta, e che l'accoppiata Sky-Froome ha trasformato in un calvario per tutti, Tom Dumoulin si è trovato a inseguire dopo la sfuriata del britannico sul Colle delle Finestre, di fatto allo scopo di difendere una Maglia Rosa (virtuale) che solo pochi chilometri prima aveva accarezzato e che lentamente - ma nemmeno troppo - gli stava già sfuggendo dalle mani. Resistono Tom Dumoulin e Thibaut Pinot che, tuttavia, prendono oltre tre minuti da Froome. Il ciclista di Villacidro, uno dei favoriti alla vittoria alla partenza della 101^ edizione della corsa rosa, m si è ritirato questo pomeriggio, nel corso della 19^ tappa da Venaria Reale a Bardonecchia. Però la battaglia è andata.

Dopo 17 tappe a tutta, nella 18/a frazione ha sentito le gambe venir meno e ha visto allontanarsi pericolosamente i principali inseguitori: in quel gruppetto che lo ha stretto in una morsa micidiale c'erano, infatti, dal secondo al quarto rivale della generale. Non è esclusa nemmeno la prima grande fuga di questo giro, con i big che potrebbero accontentarsi di marcarsi a vicenda lasciando vincere un outsider.

Lo spagnolo Mikel Nieve, nel giorno del suo compleanno ha vinto per distacco la 20esima tappa di 214 km da Susa a Cervinia. Un'emergenza che ha rischiato di compromettere la cavalcata solitaria del corridore britannico del Team Sky, ma che è stata affrontata con polso e sangue freddo. Il terzetto ha staccato Yates di 28 secondi sul traguardo. Passerella finale per il gruppo tra le bellezze della Città Eterna, la classifica generale definita con il successo di Chris Froome.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.