Israele attacca ancora la Siria: missili su Damasco

Ahmet Davutoglu Ankara Hulusi Akar jet abbattuto jet abbattuto in Turchia jet precipita in Turchia jet viola spazio aereo turco Siria Tuchia turchia abbatte jet Yamadi

Ahmet Davutoglu Ankara Hulusi Akar jet abbattuto jet abbattuto in Turchia jet precipita in Turchia jet viola spazio aereo turco Siria Tuchia turchia abbatte jet Yamadi

Come riportato dalla stampa locale, nella notta la forza Al Quds iraniana ha lanciato venti razzi verso le postazioni israeliane di prima linea sulle alture del Golan. Sono stati impegnati 28 cacciabombardieri F-16 e F-15 che hanno lanciato 60 missili aria-terra e colpito "dozzine di obiettivi" iraniani attorno a Damasco e più in profondità ancora, nella provincia di Homs. Tuttavia il portavoce ha precisato che "non ci sono state vittime e i danni sono limitati". Con queste parole il portavoce militare israeliano, Jonathan Conricus, ha "presentato" il raid siriano contro diversi obiettivi militari di Teheran. L'esercito libanese ha reso noto che quattro jet militari israeliani hanno violato lo spazio aereo del paese dei Cedri nelle stesse ore in cui è avvenuto l'attacco in Siria.

Conricus ha aggiunto che Israele "ha reagito", ma non è entrato nei dettagli.

Fino a che mancherà un progetto concreto d'intervento in siria da parte degli Usa e degli alleati occidentali, continua Khatib, Israele e Iran non smetteranno di sifidarsi.

Un "ottimista" Netanyahu ha inoltre affermato " Nelle precedenti riunioni, certe dichiarazioni attribuite - o che erano state fatte - da parte russa, potevano intendere limitazioni alla nostra libertà d'azione o a restrizioni per altri interessi, ma questo non è accaduto in passato e non ho basi per pensare che questa volta sarà diverso.

DAMASCO - E Damasco ha annunciato di aver respinto una "aggressione" al territorio siriano, intercettando "decine di missili" lanciati da Israele.

Le alture del Golan sono un altopiano montuoso controllato da Israele. "Gli attacchi sono una risposta ai razzi lanciati dalle forze iraniane in direzione delle postazioni dell'esercito israeliano sulle Alture del Golan". Gli ha fatto eco la Merkel aggiungendo che "in gioco c'è la guerra è la pace". È quanto riferisce Abdel Rahman, il direttore dell'Osservatorio nazionale per i diritti umani.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.