Giro d'Italia: Bennett beffa Viviani allo sprint a Praia a Mare

Giro d'Italia 2018, 8° Tappa – Numero di Carapaz sotto la pioggia

Giro d'Italia 2018, 8° Tappa – Numero di Carapaz sotto la pioggia

Il vicentino Enrico Battaglin (Team Lotto NL - Jumbo) ha vinto la quinta tappa del centunesimo Giro d'Italia, Agrigento-Santa Ninfa (Valle del Belice) di 153 km. Invece alle spalle dei due è spuntato l'irlandese Sam Bennett cha ha battuto nell'ordine Viviani, Bonifazio e Modolo. Guarda gli highlights della 5a tappa di ieri. Secondo sul traguardo arriva Giovanni Visconti.

Rosa - "Ottima giornata, con una buona fuga nel senso che non era difficile da controllare, rendendo la giornata tranquilla fino al finale per velocisti". Ma sappiamo che il Giro d'Italia è lungo poco più di tre settimane, mancano ancora tanti chilometri per arrivare a Roma e, soprattutto tante montagne da scalare.

Ieri sera, al santuario della Madonnina di Colere, c'è stato un momento di preghiera a cui hanno partecipato adolescenti e famiglie di tutta la valle. "Infatti alla partenza aveva 47" di ritardo dalla Maglia Rosa Rohan Dennis. Tra lo svincolo per San Lucido e Paola (15.32) ci sarà il rifornimento mentre a Guardia Piemontese Marina (15.51) sarà predisposto il primo dei due traguardi volanti.

Il giro è partito dalla "patria" della cipolla rossa di Tropea e del tartufo di Pizzo che per l'occasione si è colorato anche di rosa. L'abruzzese ha poi rilanciato l'azione. Tra le numerose iniziative sorte in questi giorni, spicca il "Penne Wine - Gran Galà di sapori abruzzesi", che ha l'onorevole obiettivo di mostrare e far assaggiare alcune delle eccellenze enogastronomiche del nostro territorio. "I big: "il grande Chris Froome a 1'12", Fabio Aru a 1'14". Tra un bicchiere di vino, un fiadone ed una bruschetta con la ventricina, a Penne si aspetta il passaggio del prossimo Pantani in abito da sera.

Prima dell'ascesa conclusiva, la frazione si presenta completamente pianeggiante solo nella parte centrale e, anche se non troviamo altri GPM classificati come tali, sono diversi gli strappi disseminati lungo il percorso.

La salita non è di quelle che sfiancano, ma di certo possono lasciare il segno in una corsa che, sia pure lentamente, disegna le proprie gerarchie. "Pinot chiude terzo a 26" e si prende 4" di abbuono. Anche per lui, e grazie a lui, un Giro storico.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.