Juve, Lichtsteiner sui fischi all'intervallo: "Non si può sempre vincere 5-0"

Stephan Lichtsteiner Juventus

Stephan Lichtsteiner Juventus

Ma l'ho detto, il mio futuro sarà lontano dalla Juventus. È arrivato nell'estate del 2011 partecipando sin dall'inizio al leggendario ciclo di Conte-Allegri che sta per portare il settimo scudetto consecutivo: nelle ultime due stagioni ha perso il posto di titolare inamovibile rimanendo per due anni di fila fuori dalla lista Champions della fase a gironi. Il terzino svizzero non è più giovanissimo, visto che è un classe 1984, ma siamo certi che la società piemontese ci penserà parecchio prima di privarsi a parametro zero dell'esperienza e della fedeltà di uno dei senatori del gruppo bianconero. Non sapevo cosa voleva dire giocare con la maglia bianconera. Adesso siamo concentrati sulla partita di mercoledì, stasera abbiamo fatto il nostro dovere.

"Andrò fuori dall'Italia, ma non ho ancora firmato niente". Nella Lazio difendevi in 20 metri, qui in 50 metri. Il Napoli sta facendo una stagione straordinaria, e noi dobbiamo sempre vincere e non è semplice.

Non ci aiuta neanche l'ambiente, è talmente abituato bene a vederci vincere che si aspetta che vada sempre così. Sei scudetti, tre Coppe Italia e tre Supercoppe italiane: questo il suo palmares con la Juve. Però questa squadra ha grandissimo carattere, ha una qualità impressionante, poi alla fine troviamo sempre il modo di risolvere i problemi.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.