MotoGp, Valentino Rossi: "Situazione critica, Yamaha lenta a reagire"

Il manager di Zarco contro Rossi:

Il manager di Zarco contro Rossi: "Johann in KTM perché Valentino gli ha chiuso le porte in Yamaha"

Una posizione che non rispecchia l'oggettiva difficoltà di una situazione che vede al centro di tutto la moto, in carenza di competitività rispetto a quelle rivali. "Speravo di andare meglio", ammette il pilota della Yamaha, "Il problema è che siamo contenti per il quinto posto, ma se non ci fosse stata la tripla caduta saremmo stati ottavi". Ma Valentino non perde la speranza: "se risolviamo qualche problemino, possiamo essere molto competitivi". "Se torniamo indietro posso dire che stiamo sostenuti molto da Eric de Seynes (francese, da inizio anno presidente di Yamaha Europa, ndr) - ha raccontato - Parlo solo di lui perché dalla Yamaha nessuno è venuto a trovarci".

Il centauro di Tavullia ha voluto dare fiducia alla scuderia con cui ha vinto quattro Mondiali in MotoGP e che lo ha ripreso dopo l'esperienza in Ducati, ha deciso di prolungare il suo matrimonio ma la scelta presa a febbraio potrebbe essersi rivelata sbagliata. Impossibile non parlare dell'incidente che nella seconda parte di gara ha visto coinvolto Lorenzo, Pedrosa e Dovizioso: "Secondo me è un concorso di colpa tra Lorenzo e Pedrosa".

La replica del fenomeno di Tavullia non si è fatta attendere, ed è stata tanto laconica quanto ironica: "Non saprei ma, sinceramente, non capisco perché abbia detto una cosa così, perché io non ho nessun potere di veto sul mio compagno di squadra, figuriamoci su una terza moto", ha messo in chiaro il nove volte iridato. "Quando succedono queste cose ci può essere la colpa di tutte e due". "Per quelle lì dobbiamo aspettare ancora un po' di tempo, spero sia il meno possibile".

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.