Roma, personal trainer molestava e faceva prostituire le sue clienti: arrestato

“Bondage per migliorare l'aspetto fisico” e le faceva prostituire, arrestato personal trainer

“Bondage per migliorare l'aspetto fisico” e le faceva prostituire, arrestato personal trainer

Poi allo step successivo le avrebbe convinte a prostituirsi organizzando gli incontri in vari alberghi della capitale. Per gli investigatori l'uomo, arrestato dalla polizia a Roma, avrebbe circuito alcune ragazze ventenni e le avrebbe indotte a prostituirsi.

A costringere le giovanissime vittime un personal traineri di 46 anni, che, sfruttando bell'aspetto e capacità di persuasione, aveva fatto credere ad almeno tre allieve di doversi sottoporre a pratiche sessuali come il bondage. I soldi guadagnati, 300 euro a incontro, sarebbero poi finiti nelle tasche dello stesso allenatore. Una è stata salvata dai suoi amici che si sono rivolti al commissariato di zona preoccupati per quello che stava accadendo alla giovane.

La giornata delle due ragazze doveva concludersi con la consegna dei soldi, così gli investigatori hanno organizzato un blitz: appena le due vittime sono uscite hanno bussato allo studio del personal trainer. Per la polizia era soprattutto questo, più che il denaro, il motivo che aveva convinto almeno tre ragazze di 20 anni a cedere alle richieste del loro istruttore di fitness, anche se c'è il sospetto che le vittime possano essere molte di più. Con i poliziotti la ragazza è riuscita a confidarsi raccontando, oltre a quanto successo nel recente passato, anche che, dopo poche ore, sempre come disposto dal suo aguzzino, doveva incontrare un'altra vittima per fare sesso a tre con un altro cliente. Anche lei, davanti agli agenti, sarebbe crollata raccontando tutto. Estendendo la perquisizione hanno trovato i 430 euro appena consegnati dalle vittime che erano stati fotocopiati, alcuni sex toys dedicati al bondage e lo smartphone usato per organizzare gli incontri erotici.

Dalle indagini sarebbe emerso il coinvolgimento di una terza ragazza che, da vittima di C.M., sarebbe diventata poi sua complice gestendo gli incontri delle ragazze.

È stato anche accertato che la cocaina faceva parte del rituale di convincimento.

L'uomo è stato arrestato e rinchiuso nel carcere di Regina Coeli a disposizione della magistratura. La Questura invita chiunque sia vittima o testimone di episodi simili a rivolgersi al commissariato San Paolo (tel. 06.55501).

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.