Diretta Giro d'Italia 4-5-2017: cronometro di Gerusalemme

Giro d'italia 2018: Sud protagonista di sei tappe

Giro d'italia 2018: Sud protagonista di sei tappe

Scrivono le ong: "La scelta di far partire il Giro d'Italia da Gerusalemme, avendo rimosso peraltro l'originaria dicitura "Gerusalemme Ovest", il prossimo 4 maggio, è inopportuna perché sembra voler avallare la pretesa israeliana che la città sia la capitale "unica e indivisibile" dello Stato di Israele e, di conseguenza, l'illegale annessione di Gerusalemme Est allo Stato di Israele, in violazione del diritto internazionale e di molteplici risoluzioni delle Nazioni Unite".

Il leader della classifica generale indossa ogni giorno la maglia rosa, il colore del quotidiano che organizza la corsa, La Gazzetta dello Sport.

Vincitore del Tour de France per la quarta volta e poi della Vuelta, Froome affronta la sfida del Giro con grandi ambizioni. Allo sbarco sulla terra ferma dovrebbero tornare protagonisti i velocisti in occasione della tappa di Praia a Mare. È previsto un rilevamento intermedio al km 5.1. Nel pomeriggio il Giro raggiungerà Partanna dove i ciclisti transiteranno lungo via Vittorio Emanuele tra le 16.05 e le 16.20.

Al via oggi da Gerusalemme l'edizione numero 101 del Giro d'Italia. Diecimila gli agenti di schierati sui percorsi delle prime tre tappe. Ottima condizione, si farà vedere nella cronometro di Trento.

Tappa abbastanza semplice [VIDEO] senza particolari difficoltà. Per quanto riguarda il successo di tappa, se la vedranno con altri campioni: l'australiano Rohan Dennis, il tedesco Tony Martin e l'azzurro Fabio Aru, che dovrà cercare di rimanere quanto più vicino possibile nel tempo della prova a cronometro.

L'opera di che trattasi, realizzata in legno (OSB) raffigurante due sagome dipinte con vari colori, ispirandosi naturalmente al tema della manifestazione sportiva, riproduce due ciclisti in corsa, di cui uno ha la maglia di colore rosa colore che caratterizza, appunto, il leader del Giro.

Sono questi i nomi che probabilmente lotteranno anche per la vittoria finale della maglia ciclamino, che premia il vincitore della classifica a punti, e che l'anno scorso fu vinta dal colombiano Fernando Gaviria. L'ascesa verso la Cima Coppi è lunga 18,5 km, con pendenza media del 9,2% e massima del 14%. Chi ne avrà ancora, non si risparmierà sicuramente nella tappa tra Susa e Cervinia, con tre GPM tutti nella seconda parte della tappa: il Col Tsecore, il Col St. Pantaléon e infine l'arrivo in salita. Gli ultimi chilometri saranno su ampi viali cittadini intervallati da alcune curve ad angolo retto.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.