Fatture elettroniche: cos'è, come usarla e come funziona

Lavoro fatturazione elettronica anche per i liberi professionisti

Lavoro fatturazione elettronica anche per i liberi professionisti

L'idea, promossa da Ruffini, è quella di consentire ai contribuenti interessati che ne facciano espressa richiesta, l'archiviazione dei propri documenti elettronici da parte dell'agenzia delle entrate.

Obbligo che, come ormai noto, porterà all'abolizione della scheda carburante, che non dovrà più essere compilata per beneficiare della detrazione IVA e della deduzione della spesa di benzina e gasolio per motori da autotrazione.

Fattura elettronica a partire dal 1° luglio 2018 per l'acquisto di carburanti: con la circolare n. 8/E l'Agenzia delle Entrate fornisce alcuni chiarimenti in vista dell'entrata in vigore dell'obbligo di e-fattura per benzina e gasolio.

Con l'intento di contrastare il fenomeno dell'evasione IVA, nonché ridurre e prevenire efficacemente le frodi e i casi di false detrazioni e deduzioni, a partire dal 1° luglio 2018 le operazioni di acquisto di benzina e gasolio da motori dovranno essere documentate con fattura elettronica. Si fa presente che l'obbligo di emissione della fattura elettronica si ha anche se con la stessa operazione vengono ceduti, oltre al carburante, altri beni non soggetti di per se stessi all'obbligo di fatturazione elettronica.

Accanto all'obbligo di emissione del documento in formato elettronico, è previsto che i pagamenti siano effettuati esclusivamente con i mezzi di pagamento tracciabili individuati dall'Agenzia delle Entrate con provvedimento del 4 aprile 2018.

Saranno esonerati dall'obbligo di fatturazione elettronica i soggetti nel regime forfettario e nel regime fiscale di vantaggio per l'imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità.

Le modalità di pagamento sopra individuate dovranno essere utilizzate sia per la detrazione IVA che per la deduzione del costo per l'acquisto di carburanti ma ai fini fiscali sarà necessario richiedere l'emissione della fattura elettronica. Naturalmente il titolare del contratto, essendo questo con un Ente Pubblico, è già obbligato all'emissione della fattura elettronica.

Per dare ausilio a tutti coloro i quali hanno dubbi, incertezze e preoccupazioni sulla prodizione della fattura elettronica, sarà possibile usufruire del supporto di alcuni intermediari appositamente preposti per la trasmissione delle stesse.

Come anticipato in precedenze la data di introduzione definitiva di tale novità sarà il prossimo 1° gennaio 2019 tranne, l'unica eccezione è rappresentata dalla cessione di benzina o gasolio utilizzati come carburanti per motori.

Non solo per il settore carburanti: l'anticipazione al 1° luglio 2018 dell'obbligo di fatturazione elettronica riguarderà anche le prestazioni rese da soggetti subappaltatori e subcontraenti della filiera delle imprese per i contratti di appalto con la PA. Nel processo di fatturazione elettronica la data di esigibilità dell'imposta è identificabile con la data riportata nella fattura, mentre la data da cui decorrono i termini di detraibilità dell'imposta è identificata dalla data di ricezione attestata al destinatario dai canali telematici di ricezione ovvero dalla data di presa visione della fattura elettronica nell'area riservata del sito web dell'Agenzia delle entrate in cui è stata depositata.

Nel caso di più operazioni da esporre in un'unico documento in cui soltanto alcune sono soggette ad obbligo di fattura elettronica sarà obbligatorio utilizzare tale modalità per tutte le spese documentate e sostenute.

Recommended News

We are pleased to provide this opportunity to share information, experiences and observations about what's in the news.
Some of the comments may be reprinted elsewhere in the site or in the newspaper.
Thank you for taking the time to offer your thoughts.